Cerca

Terremoto in Emilia

Forme di grana distrutte, il consorzio chiede aiuto

Il sisma che ha colpito il nord Italia rischia di piegare anche l'economia del formaggio più noto al mondo

Il terremoto che ha colpito l'Emilia non ha solo portato morte e distruzione, ha anche danneggiato l'economia locale. E non si è limitato all'Emilia, ma ha coinvolto tutta la Bassa Padana. Il Consorzio del Grana Padano chiede (anche a nome dei "cugini" del Parmigiano Reggiano) che  i consumatori continuino a comprare nei negozi solo il formaggio con i marchi e i simboli orginali dei due consorzi.
Stefano Berni, direttore generale del consorzio di tutela del grana padano, assicura che i prezzi non saranno alzati, nonostante la minore disponibilità, dovuta ai crolli e alla distruzione di molte forme di formaggio e chiede che i consumatori segnalino casi di eventuali aumenti non autorizzati. "I soci del consorzio si sono sempre distinti per generosità in tutte le catastrofi, come a L'Aquila, ad Haiti e in Giappone. Stavolta è toccato a noi". Ma l'eccellenza della Bassa Padana saprà superare anche questo problema.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • boss1

    boss1

    31 Maggio 2012 - 17:05

    se ci dite come e dove possiamo comprare qualche forma io e qualche amico ,un piccolo aiuto.

    Report

    Rispondi

blog