Cerca

La convention di Tampa

Clint Eastwood dice sì a Romney
e abbatte l'invisibile Obama

L'attore è sceso in campo per il candidato repubblicano durante la convention di Tampa

Il divo 82enne ha fortemente criticato la politica condotta da Obama in questi quattro anni di governo

Clint Eastwood, 82 anni, regista e attore di fama internazionale è sceso in campo per Mitt Romney. Eastwood è stato l'ospite a sorpresa della convention repubblicana che si è tenuta a Tampa, in Florida. Inscenando una finta intervista ad un Barack Obama "invisibile", il divo ha criticato la politica da lui condotta in questi quattro anni di governo.

Tampa

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • neugenio

    31 Agosto 2012 - 14:02

    L'attore ha detto una cosa molto importante per tutti i Paesi democratici e cioè che "il Paese è nostro e i politici sono semplicemente i nostri dipendenti.Se non fanno o non hanno fatto il lavoro loro affidato devono andarsene a casa".Mi sembra che più chiaro di così non poteva dire. E ciò vale anche per l'Italia.Abbiamo migliaia di politici che non fanno quello che li paghiamo di fare.Che cosa aspettiamo per mandarli a casa?

    Report

    Rispondi

  • pinux3

    31 Agosto 2012 - 10:10

    Clint Eastwood non è certamente un esponente della destra becera e razzista, basta guardare i suoi film...In Italia uno come lui i destri nostrani lo considererebbero un "traditore"...

    Report

    Rispondi

blog