Cerca

La protesta

Tensione a Milano: studenti in rivolta

Cortei in rivolta contro il governo per chiedere maggiore attenzione alla scuola pubblica. Traffico in tilt, uova contro le banche e scontri con la polizia

Tensioni al corteo di protesta degli studenti a Milano, in rivolta contro il ministro Profumo per chiedere maggiore attenzione alla scuola pubblica. Una mattinata difficile, contraddistinta da traffico in tilt, lanci di uova e imbrattamenti contro le banche e scontri con le forze dell'ordine, intervenuti in tenuta antisommossa. Due i cortei che hanno attraversato la città: il primo sotto lo slogan "Occupy Regione" voleva arrivare davanti alla sede lombarda; il secondo partito da piazza Cairoli, ha visto partecipare un migliaio di persone. Molti gli striscioni contro il governo: "No ddl Profumo, fuori banche e aziende dalle scuole, saperi per tutti, privilegi per nessuno".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • blu521

    05 Ottobre 2012 - 13:01

    Sono giorni che bananas indignati promettono rivoluzioni in piazza. Eccoli accontentati, ma sono studenti, e chiedono cose scrosante. Ma sono l'opposto dello sfascio prodotto dal nano puttaniere, e allora come la mettiamo? Scendete in piazza pure voi o dovranno venire a prendervi a casa? Immagino i commenti dei bananas. Che se ne stanno al pc, non in piazza

    Report

    Rispondi

blog