Cerca

L'addio del Cav

Berlusconi dal 1994 al 2012:
guarda i due videomessaggi

Ecco il discorso del passo indietro e l'annuncio delle primarie del Pdl. Un elemento in comune con la discesa in campo: "Amo l'Italia"

Diciotto anni di storia politica italiana in due video e una manciata di minuti. Il primo, datato 26 gennaio 1994, è l'ormai storico discorso di Silvio Berlusconi per la sua discesa in campo: mancano poche settimane alle elezioni politiche, le prime della Seconda Repubblica dopo la bufera Mani Pulite. Nove minuti a reti unificate in cui l'allora imprenditore televisivo e presidente del Milan chiede agli italiani di puntare su di lui per non consegnare l'Italia al Pds di Occhetto, un partito ancora troppo legato agli errori del comunismo. Di fatto, è la nascita di Forza Italia, che quelle le elezioni le vincerà in modo quasi miracoloso.




Giovedì 25 ottobre 2012, ecco il discorso con cui il Cavaliere, che nel frattempo è stato premier per 4 volte e che nel novembre 2011 si è fatto da parte, annuncia di fatto la fine della sua esperienza politica a Palazzo Chigi e dintorni. "Per amore dell'Italia", oggi come allora. Ma questa volta Berlusconi fa un passo inidetro, non ripresentarà la candidatura a premier. E soprattutto chiede al suo partito, il Pdl, di riorganizzarsi cominciando dalle primarie indette per il 16 dicembre. Nel 1994 c'era da salvare l'Italia: l'impegno di oggi è lo stesso, ma bisogna anche ricostruire il centrodestra.

 


Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • piserik

    10 Febbraio 2013 - 12:12

    E' sceso in campo, allora come adesso, ...per le stesse ragioni d'amore per l'Italia... Hi, hi, hi, hi.. Ma mi faccia il piacere! Ma chi vuoi prendere ancora in giro? Ma non ti vergogni di dire stronzate simili? Ma non ti accorgi che sei diventato stomachevole? Ma non lo sanno tutti ormai che SEI SCESO IN CAMPO per farti i c.... tuoi e salvare il tuo flaccido c... dai processi? Basta, fora dai c....... bugiardo e facciatosta che non sei altro!

    Report

    Rispondi

  • vin43

    25 Ottobre 2012 - 21:09

    Le cose che si proponeva di fare non le ha potuto fare per mancate occasioni. Comunque saranno realizzate da chi ha a cuore il suo pensiero, al quale consiglio di non scoraggiarsi ai primi insuccessi. A sinistra si stanno cannibalizzando. Occorrono chiarezza e semplicità. Grillo non fa paura perché continua a far divertire. Vado volentieri ad ascoltarlo perché le sue battute sono intelligenti. I grillini al potere sarebbero come piloti principianti in pista con la Ferrari. B., secondo me, lascia una buona squadra. Siate compatti e coesi perché da come agirete adesso, dipenderà il futuro di tutti quanti noi e voi compresi.

    Report

    Rispondi

  • Chry

    25 Ottobre 2012 - 20:08

    troppo divertente, la bile gli è salita al cervello, ecco l'espletamento del suo ultimo incarico, ovvero ci sorbiamo quest'ultima barzelletta e poi fuori dai coglioni.

    Report

    Rispondi

  • testin della cazzetta

    25 Ottobre 2012 - 20:08

    ...piuttosto, c' ha più capelli adesso che nel '94!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog