Cerca

La Telefonata

Bersani a Renzi: "Le regole vanno rispettate"

Il segretario del Pd ha parlato delle norme delle primarie e delle pagine acquistate dal sindaco di Firenze per invitare gli elettori ad andare a votare

Intervistato dal direttore Maurizio Belpietro, il candidato del centrosinistra ha poi parlato di Imu e tasse: "Non serve bastonare di più chi già paga le tasse, anche se guadagna più di 100mila euro"

Il candidato alla primarie del Pd Pierluigi Bersani è intervenuto questa mattina, venerdì 30 novembre 2012, a La telefonata di Maurizio Belpietro, in onda su Canale 5. Il segretario del Pd ha parlato del ballottagio di domenica con Matteo Renzi e delle polemiche nate tra i supporter dei due candidati in seguito all'acquisto del sindaco di Firenze di alcune pagine dei quotidiani nelle quali invitava gli elettori ad andare a votare. 

Rispettiamo le regole - "Non facciamo le vittime, c'è un problema sulle regole, non è prevista nessuna iniziativa di questo genere che sono distorsive in termine di messaggio, ci sono delle regole che sono state però ignorate, ma di questo se ne occuperanno i garanti". Queste le parole di Bersani che invita gli elettori al rispetto delle norme di voto e lancia un monito ai colleghi: "Chi deve governare deve sapere rispettare le regole". "In tutti i sistemi a doppio turno la base elettorale si fa al primo turno abbiamo; assunto questa regola e l'abbiamo approvata tutti, cerchiamo di stare alle regole, che non si devono cambiare in corso d'opera. Abbiamo lasciato 21 giorni per iscriversi, le regole sono una bella cosa".

Questione tasse - "Dobbiamo abbassare l'Imu, per fare questo sono per tassare i patrimoni immobiliari superiori al milione di euro". Il segretario ha poi parlato di Imu e tasse e ha aggiunto: "Non serve bastonare di più chi già paga le tasse, anche se guadagna più di 100mila euro". E sull'evasione fiscale: "Tracciabilità e trasparenza ci aiuteranno a colpire gli evasori". 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Beauty

    30 Novembre 2012 - 13:01

    Ma Bersani & Co. non sono quelli che contestavano le regole, norme, ecc. "Ad personam"? E ora che le "regole da loro stessi partorite" sono ANTIDEMOCRATICAMENTE soltanto a suo vantaggio, che fa?

    Report

    Rispondi

  • nicola.guastamacchiatin.it

    30 Novembre 2012 - 13:01

    QUI' CI POTREBBERO STARE TUTTI I DIRIGENTI DEL PD ED ALTRI ANCORA.!!!!!!!! Costui è così cottomche non riesce nemmeno mpiù a capire che per fare il Presidente del Consiglio oltre ad avere intelligenza viva ci vuole ancge una certa prestazione fisica cose che ormai a lui mancano. Ma si vada a godere la famiglia finchè Dio glie lo permetterà.

    Report

    Rispondi

  • encol

    30 Novembre 2012 - 11:11

    e il Suo Stipendio+Privilegi+Vitalizi quando li rende al popolo? Vuole restare il parlamento, bene se ce la fa ci resti ma a EU.4000/mese massimo e nulla più.

    Report

    Rispondi

blog