Cerca

Distensione a capodanno

Corea del Nord, Kim Jong-il per la pace:
"Adesso basta guerra con Seul"

Con un discorso alla nazione il leader nord coreano parla per la prima volta di uno stop alle ostilità. I due paesi dopo la guerra del 1950-53 non hanno mai firmato un trattato di pace

La Corea del Nord lancia messaggi di pace. Dalla guerra del 1950-53, i rapporti con i vicini della Corea del Sud non sono mai stati buoni. La crisi è stata sempre pronta a riesplodere. Seul è riuscita, storicamente, con un'impostazione occidentale ad avere un'economia in crescita e con un buon export internazionale. La Corea del Nord invece, sotto un regime comunista e antidemocratico, è un paese chiuso dentro i suoi confini e preoccupato solo del rafforzamento militare e bellico per un eventuale attacco allo storico nemico. L'ex leader, ormai scomparso Kim Jong il, ha impostato il suo regime su un ferreo contrasto con Seul. Ora il figlio, suo successore, Kim Jong-un è apparso sulla tv di Stato per un discorso di inizio d'anno e ha annunciato la necessità di una riappacificazione con la Corea del Sud. Un gesto per aprire il nuovo anno con messaggio distensivo. i due paesi ufficialmente non hanno mai firmato un trattato di pace. Forse si avvicina il tempo di porre fine alle ostilità. Per davvero.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog