Cerca

Caserma “Bandini”

I Parà cantano l'inno fascista, l'Esercito apre un'inchiesta

Si sono ritrovati fuori dall'orario di servizio all'interno del piazzale della caserma “Bandini” di Siena, e si sono messi a cantare l’inno fascista “Se non ci conoscete“ con tanto di saluto romano facendosi riprendere da un telefonino. Ovviamente il video è finito su YouTube e poi è stato condiviso centinaia di volte sui social network provocando una marea di polemiche. Tanto che la bravata dei trenta Parà della Folgore è diventata un caso. Un caso sul quale lo Stato Maggiore dell’Esercito Italiano ha aperto un’inchiesta interna che arriverà poi alla Procura Militare o civile. Alcuni passi del testo cantato: “Bandiere rosse “per pulirsi il culo”, “botte in quantità”, “bombe a man e carezze col pugnal” e sul finale il saluto “A noi!”. Tutti chiari riferimenti al Ventennio che non sono sfuggiti ai vertici militari che non sono disposti a passare sopra.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Edo18

    31 Agosto 2016 - 15:03

    Grandi ragazzi, se la gioventù verrà su così riusciremo a salvare la PATRIA. Sono felice di vedere molti commenti a favore dei ragazzi, e pochissimi commenti di zecche. Come folgore dal cielo Grandi ragazzi

    Report

    Rispondi

  • Bobo46

    08 Marzo 2016 - 14:02

    Duri e cazzuti, peccato siano pochi

    Report

    Rispondi

  • gigianto

    05 Settembre 2014 - 21:09

    onore alla folgore

    Report

    Rispondi

  • ugopoparello

    05 Settembre 2014 - 01:01

    grandi <3

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog