Cerca

Controllori del potere

La singolare iniziativa di un gruppo di cittadini di Casavatore

Un gruppo di cittadini di Casavatore  si riunisce per costituire un Movimento Organizzato per la Trasparenza. Un gruppo apolitico ma che guarda alla politica della città con particolare attenzione: tributi, raccolta differenziata e sprechi che danneggiano le tasche di tutti. Per la Tari, la PubbliAlifana, ditta casertana che sostituisce la Equitalia per la tares, tari e tarsu, spedisce bollettini senza specifiche per il pagamento della gestione dei rifiuti e dell’imu. Ma le aliquote, da paese a paese, seppur confinante come Caivano o Calvizzano, tendono a mantenere cifre più contenute. Intanto, “la ditta che opera per la raccolta, vince la gara ma fitta i camion che materialmente operano”, ribadisce Pasquale Marzano – promotore del comitato cittadini. Dubbi su come sia possibile e quante volte, lo stesso servizio debba essere pagato dal Comune. Ma come se non bastasse, la sede dell’anagrafe, cambiando domicilio, si sposta in una location meno adatta a ricevere pubblico e operatori comunali e, da gratis, si paga (fitto) di una sessantina d’euro. Una serie di anomalie, secondo il gruppo organizzato di cittadini che, frattanto, veglia sull’operato dell’amministrazione.

Cristiana Barone

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog