Cerca

L'aggressione

Usa, pugni ed insulti in classe. Lo studente 16enne massacra il supplente

Ennesimo caso di violenza scolastica. Si parla ovviamente dell'America ed in questo caso della Gorton High School di Yonkers nello stato di New York. Un 16enne in uno scatto d'ira, ha aggredito il supplente in classe, testa bloccata e scarica di pugni ai danni del povero professore che intanto inerme subiva anche gli insulti e le maledizioni del ragazzo. Non si sa ancora cosa abbia fatto scattare l'alunno che però viene condannato dal consiglio scolastico che in attesa di un provvedimento anche penale, lo ha allontanato dalla scuola con una sospensione di 5 giorni. I compagni di classe hanno deciso di riprenderlo con un video sui cellulari, piuttosto che intervenire in soccorso del malcapitato e proprio grazie a quei video il giovane è stato incastrato. Cresce comunque la paura, tra gli insegnati americani, uno di loro, Jairo Veras lancia per tutti l'allarme: "È il segno che non c'è alcun rispetto per la figura dell'insegnante, per l'autorità dell'istituzione scolastica. E' una situazione molto, molto brutta".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog