Cerca

La gaffe

Graziano Delrio in bici contromano nel primo giorno da ministro delle Infrastrutture

Graziano Delrio è ministro delle Infrastrutture e trasporti da appena 24 ore e può già vantare la prima gaffe in diretta tv. Intercettato dai giornalisti fuori dalla sede del ministrero a Porta Pia a Roma, Delrio ha rassicurato gli astanti sulle buone intenzioni con cui comincia il suo nuovo impegno e ha poi inforcato la bicicletta. Con grande agilità è sgusciato via dai microfoni e a primo incrocio si fa beccare contromano da cameraman e fotografi. Anzi rischia anche di farsi travolgere dal traffico di Roma, se non fosse che il neoministro ha i riflessi pronti.

Esordio - Il primo giorno di lavoro è finito come è comincato per Delrio, in sella alla bicicletta. Il messaggio in stile Ignazio Marino - chissà quanto gli porterà bene - è in stile con l'approccio al nuovo ruolo che l'ex braccio destro di Matteo Renzi vuole comunicare: "Con un lavoro paziente ma serioe metteremo in file tutte le cose - ha detto - Come quando si fa un lavoro a casa: nessuno inizia a riparare la cucina e poi la lascia a metà, guarda come vengono eseguiti i lavori, li controlla, fa in modo che i preventivi corrispondano alla spesa finale. Io farò così - ha aggiunto - come ho sempre fatto anche da sindaco". E i riferimenti sono ovviamente alle inchieste sulle tangenti che hanno colpito proprio gli apparati del suo ministero, senza dimenticare le maxinchieste su Mose e Expo. Delrio dice di essere già in contatto con Raffaele Cantone, presidente dell'autorità anticorruzione, e a chi gli chiede se non è preoccupato dei lavori in corso per Expo 2015 a meno di un mese dalla prevista inaugurazione, Delrio glissa: "Abbiamo avuto un po' di difficoltà, ma siamo abituati a lavorare come tutti gli italiani".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • paco1492

    04 Aprile 2015 - 12:12

    l'articolo parlava di rally. bel modo di fare un titolo

    Report

    Rispondi

  • routier

    03 Aprile 2015 - 18:06

    Con tutte le malefatte che giornalmente inguaiano moltissimi politici, andare contromano in bicicletta mi pare cosa assai insignificante. Tuttalpiù meritevole di uno "sfottò".

    Report

    Rispondi

  • gigi0000

    03 Aprile 2015 - 18:06

    Un medico alle infrastrutture? Una con la maturità classica alla salute? Ecc. ecc. ecc. Qualcuno s'aspetta qualche cosa di buono? Qualche giorno fa ho letto che la Metro C di Roma dovrebbe avere costi di almeno 160 milioni a Km, che potrebbero lievitare sino a 240. Tradotti in Lire equivarrebbero a circa 320 e 480 miliardi a Km. Sono fatti d'oro, o da incompetenti, o addirittura da filibustieri?

    Report

    Rispondi

    • bruno osti

      04 Aprile 2015 - 10:10

      Scaiola algi Interni, era un poliziotto? e Maroni, Interni e Lavoro? Frattini, agli Esteri era nato ambasciatore? Galan, Beni Culturali aveva una laurea in museologia? Roberto Castelli, ingegnere, alla Giustizia? Moratti, laurea in scienze politiche, Istruzione? Antonio Martino, Difesa? Storace alla Salute? Alemanno, Politiche Agricole? Brambilla, Turismo? La Russa alla Difesa, pilota di caccia?

      Report

      Rispondi

  • albauno

    03 Aprile 2015 - 17:05

    Che pena, che ostentazione! Mi fa proprio ridere di rabbia e compassione.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog