Cerca

I coltelli

Omicidio Yara, la moglie di Massimo Bossetti intercettata in carcere: "Ho trovato due coltelli". Lui: "Buttali subito"

Spuntano due coltelli a casa di Massimo Bossetti, il muratore arrestato con l'accusa di aver ucciso Yara Gambirasio. A trovarli è stata la moglie, gli inquirenti non ne sanno ancora nulla: "Ho trovato due coltellini ieri sera - dice Marita Comi al marito - ce li ho lì bella borsa...". Quando la moglie lo avverte, durante uno dei colloqui intercettati nel carcere di Bergamo, Bossetti si allarma. Ma la sua preoccupazione non è legata all'accusa di omicidio che gli pende sulla testa: "Buttali via subito" dice il muratore. La sua paura è che gli inquirenti facciano analizzare i due coltelli e trovino: "tracce di fumo" su uno dei due. Marita non è tranquilla, dopo le perquisizioni che hanno messo sottosopra casa loro, i carabinieri hanno portato via taglierini e coltelli, ma non quelle due lame: "Tu non lo hai mai tirato fuori Massi?" chiede lei e Bossetti continua a negare: "Mai, e poi non uscirà niente perché non ho fatto niente". Da casa Bossetti sono stati sequestrati diversi coltelli, tra i quali uno stile "Rambo" e un altro con lo scatto automatico che il figlio del muratore desiderava. Marita però ha scovato due leme in una cassetta rossa, una delle due,  secondo Bossetti, era usato da un suo amico per spezzettare panetti di hashish, un'operazione svolta di solito nel suo furgoncino. Bossetti appare più preoccupato da un'eventuale accusa per spaccio di droga, più che da quella per omicidio. Non si può tralasciare, poi, che sul corpo della giovane Yara sono state trovate diverse ferite fatte da una lama, oggetti finora mai trovato. Il video del colloquio è stato pubblicato da lastampa.it, una goccia nel mare dei 60 mila documenti deposistati circa un mese fa sul caso Bossetti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • gigi0000

    15 Maggio 2015 - 09:09

    Che perquisizioni accurate! Ma ciò che appare di gran lunga grave è il fatto che si dia importanza all'intercettazione, ma che nessuno abbia provveduto nell'immediatezza a far sequestrare i coltelli di cui si tratta. O sono tutti imbecilli, il ché è altamente probabile, oppure la presunta "prova" non vale un fico secco. Qualsiasi tribunale serio non potrebbe condannare Bossetti, Ma siamo seri?

    Report

    Rispondi

  • blues188

    14 Maggio 2015 - 12:12

    Secondo i rossi sinistrati, cosa doveva fare il povero carcerato senza colpe? Dire a sua moglie di consegnare i coltelli alla magistratura, la stessa che lo tiene in carcere da mesi senza prove certe e che sta facendo uscire le notizie col contagocce e dopo aver anche sprecato milioni senza un vero senso? Chry spiega tu che sei quello che ci vorrebbe dare sempre lezioni di onestà. (ahahaha)

    Report

    Rispondi

    • nick2

      14 Maggio 2015 - 13:01

      Certo, sono stati sprecati milioni senza senso, perché assicurare alla giustizia il feroce assassino di una bambina non ha senso, soprattutto se il sospettato è un padano. Chissà come la penseresti se Yara fosse tua nipote, vecchio rincoglionito fascista e razzista. Mi fai orrore!

      Report

      Rispondi

      • blues188

        14 Maggio 2015 - 14:02

        nick2, ogni volta ci fornisci nuove prove della tua depravazione mentale. Oltre che della tua incapacità di vedere la realtà. Inoltre, se già non fosse chiaro, non ho mai aspirato a piacere a gente del tuo stampo. MAI!

        Report

        Rispondi

  • Chry

    14 Maggio 2015 - 12:12

    Salvini il tuo amico Bossetti rischia...

    Report

    Rispondi

  • Janses68

    14 Maggio 2015 - 11:11

    Questo e' un assassino da tale va' punito .... era pure un fattone !!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog