Cerca

La lotta per il Campidoglio

Alemanno sbrocca a L'aria che tira: "Vergognatevi, dite solo balle"

Al centro del dibattito c'era il debito del Comune di Roma. "L'irpef l'ha aumentata lo Stato, non noi, per ripagare il debito creato da Veltroni", si è difeso il Sindaco

1

Duro sfogo del Sindaco di Roma Gianni Alemanno durante una puntata della trasmissione L'aria che tira, in onda su La7. Nella puntata si parlava dei problemi di Roma e del debito che grava sulla casse capitoline e quando la conduttrice illustra con un grafico le cifre monstre del debito, circa 12 miliardi, Alemanno va su tutte le furie: Vergognatevi, avete detto solo un mare di balle su queste cose", ha sbottato. Una vera e propria sfuriata, quella del Sindaco di Roma, che ha voluto precisare l'origine del debito monstre accumulato negli anni dalla Capitale: "Il debito era di 12 miliardi 300 milioni al termine del mandato di Veltroni che abbiamo ridotto di 3 miliardi. L'aumento dell'Irpef introdotto dallo Stato per fronteggiare il debito tanto che l'abbiamo chiamato 'Veltron tax' e voi lo attribuite a me. Ma siete matti?". Alemanno è stato poi sul punto di abbandonare lo studio ma è poi ritornato sui suoi passi, affermando di non lasciare la trasmissione solo per rispetto ai telespettatori.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • vecchiodeluso

    12 Aprile 2013 - 16:04

    più che merlino sembra annunziata da giovane, notizie di parte a senso unico accomodato.

    Report

    Rispondi

media