Cerca

Guarda il video

Brunetta a Belpietro: "Non solo Imu, anche pensioni e lavoro"

A "La Telefonata" il capogruppo Pdl spiega quali devono essere le priorità del governo. Sulla Ue: "Servono vincoli più flessibili"

Ospite de La Telefonata di Maurizio Belpietro è il capogruppo Pdl alla Camera, Renato Brunetta. Il tema che tiene banco è l'Imu. Brunetta ribadisce la posizione: "Se non viene abolita non daremo la fiducia al governo". Ma poi aggiunge: "Non pensiamo solo all'Imu. Bisogna mettere mano anche alle riforme su pensioni e lavoro". Quindi il capogruppo azzurro chiede che "i vincoli di bilancio della Ue siano più flessibili. Il pareggio di bilancio - aggiunge - va spostato al 2014".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Roberto51

    13 Maggio 2013 - 14:02

    A quanto risulta alle mie tasche, la cancellazione dell'ICI sulla prima casa, nel 2008, ha comportato un incremento pesante delle addizionali irpef comunali e la reintroduzione, appesantita, della stessa tassa, sotto nome di IMU, nel 2011/2012. Vedo che le intenzioni del professore non sono cambiate: far fronte al minore incasso con un incremento del debito. E' un "dejà vu", sappiamo già come finirà: aumento del debito e stangata ulteriore. Una preghiera ai nostri esimi governanti: lasciate tutto così com'è, per favore, non peggiorate le cose!

    Report

    Rispondi

  • imahfu

    03 Maggio 2013 - 14:02

    E' una botta in testa alle generazioni future. Poi, questi vincoli furono fatti da Berlusconi (se ne lamento' pure Monti e il PD). Ora si vuole il contrario. Brunetta tutto andava bene, prima e fu un disastro.

    Report

    Rispondi

  • imahfu

    03 Maggio 2013 - 14:02

    Non solo IMU:::: E i soldi li fabbrica in cantina? Ah Brunetta, zitto: ci guadagni.

    Report

    Rispondi

  • fossog

    02 Maggio 2013 - 14:02

    lo spreco, cioè la loro mangiatoia, non si tocca. Le riforme, gli investimenti, le infrastrutture, il taglio delle tasse, devono uscire solo dal cappello Magico della CRESCITA.... la quale Crescita, in un paese derubato quotidianamente e massicciamente dai politici, non si verificherà MAI. E bravo Brunetta, meno male che ci fà anche l'economista. Ma se poi penso che sono proprio gli economisti che ci dicevano che dalla bestiale globalizzazione ne avremmo avuto un beneficio, allora è Certo che è meglio avere un falegname o un fabbro al governo.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog