Cerca

La contestazione

Polverini aggredita al ristorante: "Voi mangiate, e Roma sanguina". Il video

L'ex governatore a cena insieme ai Pdl Palozzi e Folgori: "Una banda di scalmanati ed esagitati è entrata e ha alzato le mani"

Una squadretta "di scalmanati ed esagitati" ha fatto irruzione in un ristorante di Roma ieri sera dove erano la deputata Renata Polverini, ex presidente della Regione Lazio, Adriano Palozzi, consigliere Pdl della Regione Lazio ed Enrico Folgori, candidato Pdl all'Assemblea Capitolina. Lo riferisce lo stesso Folgori, aggiungendo che "gli autori dell'aggressione hanno perfino pubblicato un video su youtube, firmando la paternità del vile gesto nonostante abbiano tagliato le immagini più violente". "Loro mangiano e Roma sanguina", è lo slogan utilizzato dai contestatori.

La ricostruzione - "Ieri sera sono stato vittima di una vile aggressione da parte di un gruppetto di esagitati, mentre ero a cena in un ristorante nel centro di Roma", spiega Folgori. "Mentre ero in compagnia dei miei amici Renata Polverini e Adriano Palozzi, ha fatto irruzione una squadretta di scalmanati ed esagitati, che ha iniziato ad urlare frasi senza senso, spaventando gli ospiti presenti nel locale e gli altri miei cari amici intervenuti all'incontro riservato che avevo organizzato. Purtroppo i provocatori non si sono limitati solamente all'aggressione verbale, ma qualcuno ha addirittura alzato le mani verso me e altri due amici mentre provavamo a capire le motivazioni della loro protesta. La nostra calma ha di fatto evitato che si creassero conseguenze molto più gravi, soprattutto viste le dimensioni ridotte della sala e le ristrette vie d'uscita". Unanimi le parole di solidarietà a Polverini, Folgori e Palozzi: dal neo governatore Pd Zingaretti al sindaco Pdl Alemanno, fino a Brunetta, Cicchitto e Storace, tutti hanno invitato la politica romana ad "abbassare i toni". Nella Capitale si voterà il 26 e 27 maggio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • ovittac

    13 Settembre 2013 - 15:03

    Darò ragione agli scalmanati che hanno invaso il locale, quando faranno la stessa nei locali frequentati dai politici non di centrodestra. Con un reddito minimo di 15.000 euro, visto che non li devolvono in beneficenza, anche quelli che si dicono "più vicini al popolo" vanno nei migliori ristoranti a nutrirsi di ostriche e champagne.

    Report

    Rispondi

  • marangonigianni

    13 Settembre 2013 - 15:03

    Stanno cominciando le prime dure contestazioni, ed era prevedibile: Bisogna eliminare questa iniqua sperequazione di emolumenti stellari che percepisce la nostra invertebrata classe politica, a discapito di esodati,disoccupati,e pensionati.Sono avverso alla violenza, ma in questo video la contestatrice ha detto la sacrosanta verità!

    Report

    Rispondi

  • elfric

    14 Maggio 2013 - 14:02

    Veramente quello che si vede dal video è la reazione violenta dei guardiaspalle che allontanano brutalmente i manifestanti, ed un commensale che, protetto dai guardiaspalle, invita i manifestanti a farsi avanti (bel coraggio). In ogni caso massima simpatia e solidarietà ai manifetanti.

    Report

    Rispondi

  • boss1

    boss1

    13 Maggio 2013 - 16:04

    pur non essendo uomo di legge (avvocato)posso dire che esistono tutti i presupposti per esporre querela contro l'urlatrice e soci per offese, ingiuria, diffamazione, se io fossi un commensale del video adesso mi divertirei.

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog