Cerca

Guarda il video

Senato, gag tra Grasso e il grillino sul papocchio dei pianisti

Siparietto gustoso a Palazzo Madama: un senatore M5S protesta contro il "papocchio" dei colleghi, il presidente non capisce e lui s'arrabbia: "Che fa, mi sfotte?"

Da quando è iniziata la XVII legislatura più che approvare leggi ci si incaglia in discussioni procedurali infinite e spesso inutili. Come un tempo furono i radicali, ora sono quelli del Movimento 5 Stelle (espulsi compresi) i recordman dell'ostruzionismo. A forza di esagerare si ottengono anche gustosissime gag, come quella del voto del Papocchio che il povero presidente del Senato Piero Grasso ha dovuto subire. Grasso però non deve avere capito un granché dello scandalo del Papocchio, pensando forse al vecchio film di Renzo Arbore e Roberto Benigni Il Pap'occhio. Fatto sta che con sedute così fare i senatori è pur sempre meglio che lavorare...

di Franco Bechis

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • fonty

    fonty

    22 Giugno 2013 - 18:06

    Ma và a laurà che hai fatto ridere tutta l'Italia tu e il papocchio.

    Report

    Rispondi

blog