Cerca

L'intervento

Berlusconi, il videomessaggio: "Avanti con Forza Italia"

Silvio attacca i "magistrati irresponsabili" poi rilancia l'avventura politica

Silvio Berlusconi, subito dopo la condanna, ha diffuso un videomessaggio, in cui ha ringraziato i figli e tutti coloro che gli sono stati vicini prima e durante la sentenza. Inoltre, nel video rilancia la sua battaglia attraverso il partito di Forza Italia, e la sua innocenza. "Dal male, dobbiamo saper fare uscire il bene", dice. Una sconfitta, quindi, che per l'ex premier non è definitiva. La priorità assoluta per il governo, aggiunge, è la riforma della giustizia. Nell'intervento del Cav anche l'attacco alle toghe: "Magistratura irresponsabile, io vittima di una persecuzione senza precedenti".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Horaf

    06 Agosto 2013 - 12:12

    Tanto di cappello, è proprio il più grande showman italiano. La lacrimuccia fa sempre effetto anche se ormai è superata, comunque ci stava, grande Silvio

    Report

    Rispondi

  • Frenki

    02 Agosto 2013 - 17:05

    Nessun commento, chi in questi anni ha vissuto questa tragicommedia da Craxi in poi sa ben distinguere le balle dalla verità.

    Report

    Rispondi

  • Devogu

    02 Agosto 2013 - 17:05

    Perché siamo arrivati a questo punto? Certamente la responsabilità maggiore è dei politici che si sono crogiolati ed hanno viziato i magistrati - ed ora continuano a viziarli con questa balla di geografia giudiziaria che conta solo perché è comoda alle loro eccellenze senza spostare di molto il loro sacro deretano e agire come dei in terra e chi non è spocchioso è stimata e rara eccezione. Sono stati viziati oltre ogni limite ed ora lorsignori infallibili si divertono nello sport preferito di aggredire come mute di cani. Fino a quando uno non è toccato direttamente. Arriverà l'ora per chi non ha avuto e non ha polso per metterli in riga. Cavaliere, essi hanno dalla parte loro la legge manipolata, artefatta, resa incomprensibile, a loro piacimento. Creata da onorevoli nullafacenti. Gridate pure: loro si beano mostrando a se stessi che possono fare male a chi vogliono restando impuniti ed osannati con la complicità di beceri giornalisti.

    Report

    Rispondi

  • giacomolovecch1

    02 Agosto 2013 - 15:03

    se non ora quando???????????????????

    Report

    Rispondi

blog