Cerca

L'opinione

Cerrelli: "L'omosessualità è una malattia". E scoppia la polemica/ VIDEO

Replica l'Ordine degli Psicologi: "Gravissimo riproporre i gay come malati"

"L'omosessualità è una malattia, è stata depennata dal manuale diagnostico e statistico delle malattie mentali non per motivi scientifici". Questa l'opinione espressa dall'avvocato Giancarlo Cerrelli, vicepresidente dell'Unione giuristi cattolici italiani. La discussione verteva sul decreto legge anti-omofobia proposto alla Caera, che condannerebbe le offese contro i gay. Inevitabile la polemica durante la trasmissione (Uno Mattina Estate) tra il giurista e i rappresentanti dell'Ordine degli Psicologi. A intervenire poi sull'argomento, è stato Giuseppe Luigi Palma, presidente del Consiglio nazionale dell'Ordine degli psicologi, che in una nota ha dichiarato: "È gravissimo che i detrattori della legge antiomofobia ripropongano, tra le altre, l'idea che l'omosessualità sia una malattia da curare e, di conseguenza, che l'orientamento omosessuale sia da modificare, contraddicendo palesemente quanto, invece, da anni sostiene la comunità scientifica internazionale che, a ragione, ha da tempo rigettato le cosiddette terapie di conversione e riparative".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • heinreich

    29 Agosto 2013 - 11:11

    non capisco l'ostilità dei cattolici nei confronti degli omosessuali quando si sa che molti preti sono omosessuali.

    Report

    Rispondi

  • sebin6

    29 Agosto 2013 - 11:11

    malati o no lasciamoli fotter* come vogliono, basta che non rompano i c.

    Report

    Rispondi

  • Logmain

    26 Agosto 2013 - 14:02

    ah Cerelli fatti una vacanza ai tropici e rilassati non star qui ad arrampicar sugli specchi che le unghiette si sentono stridere.

    Report

    Rispondi

  • brontolo1

    26 Agosto 2013 - 13:01

    tra un pò,i"malati"saranno gli eterosessuali!

    Report

    Rispondi

Mostra più commenti

blog