Cerca

Dopo il ciclone

Cappellacci: "I professori del giorno dopo dovrebbero tacere"

Belpietro intervista Cappellacci, che spiega: "Nessun piano poteva reggere questa situazione eccezionale"

L'ospite de La Telefonata di Maurizio Belpietro su Canale 5 è Ugo Cappellacci, il governatore della regione Sardegna, in ginocchio dopo il ciclone Cleopatra che ha mietuto almeno 16 vittime e ha causato danni ancora incalcolabili. Al direttore di Libero, Cappellacci spiega: "I professori del giorno dopo dovrebbero tacere. In Sardegna - spiega - è caduta in poche ore la pioggia che cade in sei mesi su tutta Italia. Nessun piano poteva reggere questa situazione eccezionale". Quindi il governatore aggiunge: "I 20 milioni stanziati dal governo bastano per l'emergenza, non per la ricostruzione". Infine un dato: "La regione Sardegna in questi anni ha speso 180 milioni per il territorio".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • kobra1

    26 Novembre 2013 - 11:11

    Diciamo che ogni volta che si ripropongono queste situazioni, ci sono poi tasse da pagare per la collettività. Gli errori, le incapacità è bene che gli Amministraori locali le paghino anche con il carcere. La Casta è anche questa, nel tentativo di uscirne indenne. Sarà ora di dire basta????

    Report

    Rispondi

  • arwen

    20 Novembre 2013 - 20:08

    Purtroppo Cappellacci ha ragione, dopo 50 anni di abbandono, di trascuratezza, di corruzione, di mazzette, di cementificazione selvaggia e disboscamento, quale piano poteva servire a che?

    Report

    Rispondi

  • isi1950

    20 Novembre 2013 - 17:05

    Caro Direttore. La prossima volta chieda al Signor Cappellacci chi vuole costruire vicino ai fiumi e chi vuol rendere abitabili le cantine.

    Report

    Rispondi

  • lucy

    20 Novembre 2013 - 16:04

    la natura si ribella , non cè piano operativo che tengaaa!!!!

    Report

    Rispondi

blog