Cerca

Clamorosa protesta

Coppa del Re, sciopero in campo del Racing Santander senza stipendio da 4 mesi

Quarti di Coppa in Spagna contro la Real Sociedad, i giocatori si abbracciano al fischio d'inizio e dopo un minuto l'arbitro fischia la fine. Squadra fuori a tavolino, lo stadio applaude

La crisi economica ferma anche il pallone spagnolo. I giocatori del Racing Santander (Segunda B, la terza serie), che non percepiscono lo stipendio da 4 mesi, hanno messo in scena una clamorosa protesta in Coppa del Re: al fischio iniziale della gara del ritorno, davanti al proprio pubblico, come promesso nei giorni scorsi si sono abbracciati decidendo di non giocare. Gli avversari della Real Sociedad, vincitori per 3-1 all'andata, hanno palleggiato tra loro per circa un minuto, quindi l'arbitro è andato a parlare con il capitano del Racing e ha deciso di sospendere la partita, fischiando la fine. Gara persa a tavolino e qualificazione alla semifinale (contro il Barcellona) andata in fumo. Ma sugli spalti nessuna contestazione: solo applausi per i calciatori-cassintegrati, in grado di eleminare le più quotate Siviglia e Almeria nei turni precedenti. sobbarcandosi trasferte in Andalusia da 1.200 chilometri in pullman. Va bene l'onore sportivo, ma quello di un lavoratore conta di più, anche nel calcio. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

blog