Cerca

Il videocommento

Senaldi: "Il patto della bicicletta. Renzi a palazzo Chigi e Prodi al Colle"

Romano e Matteo amano le pedalate. La strada verso il governo e verso il Quirinale per i due è tutta in salita. Di mezzo si metterà il Cav

"Renzi al governo fino al 2018 senza passare dal voto e Prodi al Quirinale fino al 2021: uno scenario spettrale sta prendendo forma sui resti agonizzanti del governo Letta e gli scandali napolitani del Quirinale". Pietro Senaldi, vicedirettore di Libero, nel suo videoeditoriale ha le idee chiare:  "Il segretario Pd sente che l'inconcludenza di Letta gli fa perdere credibilità di giorno in giorno ma non ci sta a sostituirlo per soli 12 mesi, se deve fare la mossa di D'Alema (a Palazzo Chigi senza il voto) deve valerne la pena e avere una prospettiva di 4 anni". Poi Senaldi speiga come il Pd voglia convincere Silvio a dare il via libera al blitz: "Per far digerire il boccone alla sinistra Pd propone Prodi al Quirinale, che ora sta cercando di vendere a Berlusconi come la soluzione migliore anche per lui, in quanto Romano sarebbe l'unico a poter garantire al Cav un'amnistia in sitle togliattiano". Infine uno sguardo su cosa potrebbe succedere a breve: "Lo scandalo che sta travolgendo il Colle, accusato di aver tramato contro Berlusconi per insediare Monti al governo già prima dell'emergenza spread assecondando i desiderata della Merkel sarebbe funzionale a far precipitare le cose e accelerare il blitz". 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • silvio47

    12 Febbraio 2014 - 11:11

    qualcuno si offra x raccogliere firme contro la ventilata ipotesi di prodi al quirinale, poi dicono in televisione, xche gli italiani ce l'hanno con la politica?, ma chissa xchè?

    Report

    Rispondi

  • Silviomao

    12 Febbraio 2014 - 10:10

    10 a 1 che non sarà Prodi a salire al Quirinale ma Draghi: le scommesse sono aperte

    Report

    Rispondi

  • mosomma

    11 Febbraio 2014 - 18:06

    NOOOOOOOOO ha già fatto parecchi danni sia come premier che come presidente IRI

    Report

    Rispondi

blog