Cerca

Brividi

"Sua Santità...": il momento in cui dicono al Papa delle stragi in chiesa, Francesco si commuove

3

"Al mio caro fratello Papa Tawadros II, alla chiesa copta e a tutta la cara nazione egiziana esprimo il mio profondo cordoglio". Papa Francesco aveva appena finito di pronunciare il suo pensiero per le vittime della guerra e degli attentati di Stoccolma, nell'omelia della Domenica delle Palme in piazza San Pietro, quando uno dei suoi collaboratori gli porge un foglio con le agenzie provenienti dall'Egitto, che era stato appena sconvolto da due attentati in chiese copte a Tanta e Alessandria. Oltre trenta morti, a 20 giorni dalla visita di Francesco che ha espresso parole piene di commozione per le vittime e i loro parenti. 

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • eaglerider

    eaglerider

    09 Aprile 2017 - 23:11

    Ma che razzo c'entra la citazione di quelli che commerciano in armi? Allora condanniamo quelli che fabbricano i camion e quelli che fanno i coltelli ma anche quelli che fanno figli che fanno armi e coltelli e anche il dio di quelli che fanno figli che fanno armi e coltelli........... Compagno Francesco il nostro Dio qual'è e che dice ?

    Report

    Rispondi

  • esasperata49

    09 Aprile 2017 - 17:05

    ...e continuano a dire che non è una "guerra" di religione, caro Papa ma chi ci crede ancora, va bene " porgere l'altra guancia", ma si può rispondere anche "occhio x occhio"

    Report

    Rispondi

  • brontolo1

    09 Aprile 2017 - 17:05

    questi sono quelli che benedice>!

    Report

    Rispondi

media