Cerca
Logo
Cerca
+

Ior: Riesame, per mons. Scarano spiccate attitudini criminali e spregiudicatezza

Esplora:
default_image

  • a
  • a
  • a

Roma, 31 lug. (Adnkronos) - spiccate attitudini criminali ed una spregiudicatezza unita a capacita' di gestire uomini, istituzioni e cose asservendoli a finalita' illecite e al proprio tornaconto. Lo afferma il Tribunale del Riesame di Roma nella motivazione che ha confermato il 13 luglio scorso l'arresto in carcere di monsignor Nunzio Scarano, del broker Giovanni Carenzio e dell'ex agente segreto Giovanni Maria Zito. Sono tutti coinvolti nell'inchiesta sul tentativo di far rientrare in Italia 20 milioni di euro che erano stati illecitamente trasferiti in Svizzera. Un progetto questo che poi falli' soprattutto a causa del comportamento di Carenzio. Ancor piu' negativo per il Tribunale il giudizio espresso su monsignor Scarano che viene definito "consumato delinquente" per aver denunciato lo smarrimento di un assegno da 200mila euro, che invece era stato dato all'agente Zito insieme con altri 400mila euro, a titolo di compenso per le spese e il trasferimento in Italia dei 20 milioni di euro. Per questa denuncia Scarano e' indagato per calunnia e lo stesso religioso, insieme con gli altri due indagati, e' accusato di corruzione. (segue)

Dai blog