Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

"American Beauty", il miglior film del 1999 (e non si salva nessuno)

Giorgio Carbone
Giorgio Carbone

Nato a Tortona (Al) il 19 dicembre 1941. Laureato in giurisprudenza a Pavia. Giornalista dal 1971. Per 45 anni coniugato all'attrice Ida Meda. Due figli. Critico cinematografico (titolare) per "La Notte" dal 1971 al 1995. Per "Libero" dal 2000 a oggi. Autore di tre dizionari: Dizionario dei film (dal 1978 al 1990); Tutti i film (dal 1991 al 1999); Dizionario della tv (1993).

Vai al blog
  • a
  • a
  • a

AMERICAN BEAUTY
Paramount Network ore 23
Con Kevin Spacey, Annette Bening, Mena Suvari. Regia di  Sam Mendes. Produzione USA 1999

LA TRAMA
Un padre di famiglia che è detestato dalla famiglia, odiato dal vicino, frustrato da un lavoro che non ama. La scossa per ridare un senso alla sua vita gliela dà l'attrazione  per un'amica della figlia, una biondina  sciocca ma alquanto stimolante. Ce la fa infine a mettersi in pace con sè stesso  e il suo prossimo. Ma il destino gli tende un agguato.

PERCHÈ VEDERLO
Perché è il più bel film del 1999 giustamente premiato coll'Oscar vent'anni fa. Non si salva nessuno (tranne il protagonista ma per poco) in questo ritratto impietoso di una famiglia borghese tipo americana. Spacey  per una volta non fa la carogna. E non è mai stato così bravo in vita sua.

Dai blog