Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Out of time, Denzel Washington eroe bamba tra poliziotti, moglie e amante

Giorgio Carbone
Giorgio Carbone

Nato a Tortona (Al) il 19 dicembre 1941. Laureato in giurisprudenza a Pavia. Giornalista dal 1971. Per 45 anni coniugato all'attrice Ida Meda. Due figli. Critico cinematografico (titolare) per "La Notte" dal 1971 al 1995. Per "Libero" dal 2000 a oggi. Autore di tre dizionari: Dizionario dei film (dal 1978 al 1990); Tutti i film (dal 1991 al 1999); Dizionario della tv (1993).

Vai al blog
  • a
  • a
  • a

OUT OF TIME
Iris ore 23.30
Con Denzel Washington, Eva Mendes e Sanaa Lathan.  Regia di Carl Franklin. Produzione USA 2003.  Durata: 1 ora e 45 minuti

LA TRAMA. Denzel Washington è un agente della polizia di Miami con bella e succulenta moglie (Eva Mendes). Purtroppo la succulenta (anche lei  poliziotta) ha avuto l'indelicatezza di sopravanzarlo nella carriera e lui  non ha trovato di meglio per reagire alla frustrazione che intrecciare  una relazione con una donna sposata. Cattiva idea: l'amante lo coinvolge  in un pasticciaccio brutto  con tanto di misteriosi omicidi e soldi rubati alle casse della polizia.  Denzel si trova  d'improvviso a essere il principale indiziato e a dirigere le indagini è proprio la sua signora.

PERCHE' VEDERLO. Perché Carl Franklin non sarà il miglior regista del mondo, ma i gialli ad alto voltaggio di suspense li sa imbastire, eccome. La triplice lotta contro il tempo dell'eroe (si fa per dire, a un dato punto si rivela particolarmente bamba) è orchestrata  senza cedimenti (Denzel deve giocare in anticipo sui colleghi che indagano, sulla moglie che sospetta e infine sull'amante che ha giocato sporco). 

Dai blog