Cerca
Logo
Cerca
+

Le pagelle del GP di Monaco: Verstappen asfalta le Mercedes. Sainz bicchiere mezzo pieno, ma Leclerc e Ferrari si auto-demoliscono

Leonardo Filomeno
Leonardo Filomeno

Temeva Analisi Matematica ad architettura d'interni. S'iscrive a Lettere Moderne e si laurea a pieni voti. Una passione senza freni per musica e dischi. Nel 2009 è in radio su Rin ogni weekend. Manda articoli e recensioni a All Music, SuperEva, AllaDiscoteca, soprattutto cura il blog ufficiale 'Clubbing' per Yahoo! Musica Italia. La collaborazione con Libero dal 2010. Ritratti ed interviste diventano presto la sua specializzazione, tra ritmi in 4/4 e immaginario popolare. La passione per rombi e motori risale ai tempi di Barrichello & Schumi. Nel 2019 stila la sua prima Pagella durante il GP di Austin. Diventeranno tante. A questo blog il compito di raccoglierle tutte.

Vai al blog
  • a
  • a
  • a

Max Verstappen trionfa al GP di Monaco e con la sua Red Bull supera Lewis Hamilton (7°) in testa alla classifica iridata. Secondo lo spagnolo Sainz, che centra il primo podio con la Ferrari. Terzo Norris su McLaren. Leclerc e Bottas ko. Prossimo GP a Baku  domenica 6 giugno 2021.

 

Mercedes, Hamilton & Wolff - 0. La 'fiesta flamenca' dura fino alla Santa Devota. Steccano su gomme, strategie, tutto. Con Hamilton volano paroloni. E la Red Bull in classifica mette le ali, superando Toto e soci. Durerà il tempo di un GP, figurarsi. Ma è il più forte dei segnali.

Verstappen - 10. Vittoria energica e matura, dopo l'ennesima pole beffata. Charles dà forfait. E dal via alla bandiera a scacchi è una gara senza pressione e senza sbavature. Per il sir della Mercedes non sarà un'annata semplice. 

Leclerc - 6 meno per il sabato. Non parte per il semiasse sinistro ma è la pole col botto che risuona nella testa di tutti come 'il sogno mancato'. Il campionato è lungo ma occasioni così, in patria, non si presentano spesso. Peccato.

Bottas - N. C. Dignitoso in qualifica, poi in sofferenza, con l'anteriore destra, come ogni volta. Ma è ai box che gli fanno la solita festa. Pit eterno. A staccare il dado dalla ruota non ci riescono. E lo ritirano. Comico. Se non che a pensar male... 

Sainz - 9. L'amarezza per una qualifica non in forma si trasforma in una seconda posizione esplosiva, che per lui e per il Cavallino vale una mezza vittoria. Finestra gomme ok, molto carico a velocità bassa. Una Rossa in risalita. "Questo nostro amor, puoi salvare ancor" a Monte Carlo...

Norris - 8 e mezzo. Secondo podio del 2021. Primo in carriera a Monaco. Difficile chiedere di più all'inglesino, che tiene dietro la portentosa Red Bull fino all'ultimo, e che a Ricciardo molla l'ennesimo ceffone sonoro. E pensare che l'oriundo era convinto di tornare a vincere a Monaco. Col binocolo. 3 meno.

Gasly  - 7. E' una mezza resurrezione. Stravince il confronto col rookie incaponito e decadente. Tiene dietro per tutta la gara un Hamilton nervoso ed errante. E la ex Minardi pulsante e viva è davvero una gran bella cosa.

Vettel - 8. Già dalle qualifiche, torna a fare il Vettel. E' una parentesi che mai vorremmo si chiudesse. Ci apre il cuore. 

Perez - 6 e mezzo. Per gli alati era un occasione d'oro quella di avere due piloti sul podio. Il messicano non azzanna super Lando. E Max lo vede come un puntino. Ma non si può dire che non faccia il suo e pure il resto. 
 

Dai blog