Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Dalila sfida Gigino

La Nesci vuole essere la candidata alla presidenza della Calabria, ma le regole M5S non lo consentono

Brunella Bolloli
Brunella Bolloli

Alessandrina, vivo a Roma dal 2002. Ho cominciato a scrivere a 15 anni su giornali della mia città e, insieme a un gruppo di compagni di liceo, mi dilettavo di mondo giovanile alla radio. Dopo l'università tra Milano e la Francia e un master in Scienze Internazionali, sono capitata a Libero che aveva un anno di vita e cercava giovani un po' pazzi che volessero diventare giornalisti veri. Era il periodo del G8 di Genova, delle Torri Gemelle, della morte di Montanelli: tantissimo lavoro, ma senza fatica perché quando c'è la passione c'è tutto. Volevo fare l'inviata di Esteri, ma a Roma ho scoperto la cronaca cittadina, poi, soprattutto, la politica. Sul blog di Liberoquotidiano.it parlo delle donne di oggi, senza filtri.

Vai al blog
Dalila Nesci, 33 anni, è giornalista pubblicista Foto: Dalila Nesci, 33 anni, è giornalista pubblicista
  • a
  • a
  • a

Gigino Di Maio ha un problema Regionali. Dopo la batosta in Umbria e l'alleanza fallita con il Pd a livello locale (e traballante a livello nazionale), la ricerca dei candidati governatori è sempre più in salita. Se in Emilia Romagna la partita, per il Movimento, non sembra neppure essere presa in considerazione, in Calabria c'è gran fermento perché i grillini ci sperano. La deputata Dalila Nesci da Tropea, in particolare, si autopropone, incalza i vertici, fa pressing sul capo politico e perfino sul garante Grillo: vuole fare la governatrice della Calabria o, almeno, essere la candidata pentastellata per il dopo Oliverio. , implora l'onorevole, che ha messo nero su bianco le proprie intenzioni pur sapendo che le ferree (si fa per dire) regole del M5S non consentono a una parlamentare in carica di correre per un'elezione amministrativa. Dalila, però, vuole mettere spalle al muro i capi. Insiste. , afferma la deputata "ribelle" già alla seconda legislatura, . Ancora: , sentenzia lei. . La Nesci, costretta a dimettersi da relatrice del Decreto Sanità in Calabria perché accusata di conflitto d'interessi dall'opposizione visto che un suo collaboratore era candidato alla nomina di commissario di un'Asl locale, annuncia di essere pronta anche ad aprire a liste civiche e sembra determinata a non mollare. Ma il leader Di Maio ha invece annunciato che alle prossime competizioni regionali, sia in Emilia come in Calabria, i pentastellati non ci saranno. Un nuovo corso per tentare di risalire la china considerati i pessimi risultati delle scorse Amministrative. Peccato, però, che tanti grillini non siano d'accordo con il capo politico e lunedì, proprio su tale argomento, si terrà un'assemblea con gli eletti emiliani e calabresi. Una riunione che si preannuncia ad alta tensione.     

Dai blog