Cerca

Terrorismi

Alexandria Ocasio Cortez e la profezia sulla fine del mondo? Una presa in giro

25 Maggio 2019

0
Alexandria Ocasio Cortez e la profezia sulla fine del mondo? Una presa in giro

Allora Alexandria Ocasio Cortez, 29 anni, ha preso tutti in giro con la profezia della fine del mondo nel 2030? Era “sarcasmo”, ha twittato. E adesso dice che il suo proclama “il mondo finisce entro 12 anni” per colpa dei peti delle mucche, degli aerei e della auto che consumano benzina, delle fabbriche che funzionano e delle case che si riscaldano con l’energia da fossili, e’ una bufala. “E’ la tecnica dei repubblicani di prendere l’umorismo puro + il sarcasmo e farne un fatto”, ha spiegato AOC. “Come la battuta che il mondo sta finendo in 12 anni: bisogna avere il cervello di una spugna marina per prenderla letteralmente”. Cioe’ bisogna essere come la Gretina svedese di 16 anni, che alla profezia della socialista deputata USA Ocasio-Cortez si e’ ispirata per la sua campagna per salvare il globo. “La cosa più triste è che molti ragazzi non hanno la consapevolezza del destino che li attende e non l’avranno fino a quando sarà arrivato il momento: al 2030 mancano 12 anni, ” ha declamato Greta Thunberg a Roma, davanti al Senato in sessione speciale, facendo l’eco alla socialista deputata USA.  Chissa’ ora come hanno preso la “smentita” di AOC i senatori italiani genuflessi a Gretina. E chissa’, negli Stati Uniti, come l’hanno presa il 67% dei Democratici, e il 48% di tutti gli elettori, che in un recente sondaggio Rasmussen hanno detto di credere al fatto che l’America abbia solo 12 anni per evitare “il disastroso e irreparabile danno al paese e al mondo causato dal cambio di clima”. 

Tutti i boccaloni che si sono bevuti la profezia della Ocasio Cortez, per la verita’, possono citare le sue parole, pronunciate il 21 gennaio nella giornata in onore di Martin Luther King, una ricorrenza solenne in cui nessun politico, di solito, ama scherzare. “I millennials e la gente della Generazione Z e tutti quelli dopo di noi ci guardano e si chiedono: il mondo e’ destinato a finire in 12 anni. Noi dobbiamo affrontare il cambio di clima. E il vostro problema maggiore e’ come pagare per tutto cio’?”, aveva detto la pasionaria di New York alludendo a chi criticava il suo New Green Deal per il costo non finanziabile di 93mila miliardi di dollari, oltre che per la sua assurdita’ ed inefficacia a livello planetario.

Ocasio Cortez ci e’ e ci fa, insomma, perche’ il suo piano ‘verde’ maschera obiettivi di rivoluzione socialista, di redistribuzione della ricchezza, di punizione del business e dell’intero sistema capitalista dietro all’apocalisse ad usum delphini. Chi non l’ha presa male, la capriola di Ocasio, e’ stato di sicuro il  papa Bergoglio. Lui ha accolto con tutti gli onori Greta Thunberg e l’ha incoraggiata ad andare avanti. E noi sappiamo che lui sapeva che i 12 anni di Alexandria dal Bronx sono una bufala. Mai questo pontefice, pero’, si metterebbe a correggere un socialista per difendere la verita’, la liberta’, o anche la fede cristiana. Basta vedere come ha trattato i Castro e la dittatura cubana. O come stia proteggendo Maduro che affama il Venezuela. O come si sia inchinato ai diktat del regime comunista di Pechino abbandonando i vescovi del Vaticano e riconoscendo i vescovi graditi a Xi, presidente a vita come lo e’ lui.

Bergoglio e la Ocasio Cortez sono maggiorenni e sanno quello che fanno e vogliono. La poverina e’ la Gretina minorenne. Chissa’, forse ci e’ rimasta male al dietrofront, vero o falso che sia, della sua stella climatica. Ma ne dubito, vista la prosopopea delle sue apparizioni.
 
di Glauco Maggi

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Glauco Maggi

Glauco Maggi

Giornalista a NYC per Libero, autore di Figli&Soldi (2008), Obama Dimezzato (2011), Guadagnare con la crisi (2013), Trump Uno di Noi (2016). Politica ed economia. Autori preferiti: Hayek, M.Friedman, T.Sowell

media