Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Moratti e gli scivoloni su Calciopoli

Intervistato da Le Iene

  • a
  • a
  • a

Cose che capitano  se ti intervistano le Iene col loro ritmo travolgente: cerchi la frase ad effetto e magari dimentichi qualcosa. E così Massimo Moratti ha dimenticato qualcosina nella sua intervista, in cui rivendica lo scudetto del 2006: «Non so se c'erano magagne anche prima di Calciopoli. Durante ce n'erano di sicuro. Prima avevano la fortuna che nessuno li intercettasse». Prima, però, hanno giurato di aver attivato l'intelligence privata (e illegale) Tronchetti Provera, Tavaroli e Cipriani. E Nucini era «cavallo di Troia» da un bel po', tanto da dichiarare terminata con Facchetti terminata la sua indagine personale nell'autunno 2003. Nella richiesta danni di De Santis nei confronti di Moratti, tra i capitoli oscuri dell'affaire Telecom ci sono anche i tabulati telefonici di Moggi (parte civile a Milano) e della sede Juventus, oltre a quelli dei designatori e di De Santis. Insomma qualcuno anche “prima” di Narducci indagava sulla Juve. Era l'Inter di Moratti e la pm Boccassini (che pure archiviò il tutto). di Alvaro Moretti

Dai blog