Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Megalomani

Si attende la camminata sule acque

Esplora:
  • a
  • a
  • a

I sodali del sindaco di Milano hanno cominciato a stampare dei manualetti di storia tutti loro. Dopo aver finanziato la stampa di un manualetto negazionista sulla tragedia delle foibe, Palazzo Marino sta iniziando a ragionare sull'idea di sfornare una versione arancione di tutte le vicende dell'Italia repubblicana. Così, insegnano ora in piazza Scala, anche la crisi economica internazionale assume contorni tutti nuovi, ovviamente molto più lusinghieri per chi governa la città di Milano. Berlusconi, infatti, non è stato travolto dalla tragedia dell'euro. Senza la vittoria di Giuliano Pisapia, raccontano, Mario Monti sarebbe ancora relegato nel suo ufficio in Bocconi. Di più: senza il trionfo arancione, l'odiato cavaliere sarebbe ancora sul trono di palazzo Chigi. Direbbe Antonio Di Pietro: "Che c'azzecca?". Per l'assessore al Bilancio, nonché deputato rutelliano, Bruno Tabacci, c'azzecca eccome. "Il successo di Milano una conseguenza l'ha già avuta" dichiara esultante l'esattore di Palazzo Marino. "Non so se Monti senza Milano si sarebbe imposto. Pisapia era dipinto da estremista, invece si è dimostrato di un profilo umano straordinario, accoglie sempre con un sorriso nonostante ciò che a Milano abbiamo ereditato". In effetti, con quel sorriso lì Giuliano può fare ciò che vuole. Anche riscrivere la storia.

Dai blog