Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Anziana in casa di cura potrà vedere il cane

Sentenza del giudice: via libera agli animali in clinica

Esplora:
  • a
  • a
  • a

Il cane non è una cosa, un accessorio, un pezzo di casa che se te ne devi andare può restare lì e fine della storia. No, il cane è parte della famiglia, degli affetti, è parte di noi. E lo è costituzionalmente. Quello che noi abbiamo sempre pensato, solo col buon senso, per carità, non per qualche conoscenza delle leggi, è stato messo nero su bianco da un giudice del tribunale di Varese. Che con una sentenza unica in Italia, ha permesso ad una anziana ricoverata in una casa di cura di ricevere le visite del suo amato cagnolino. Proprio come se fosse un parente. Il togato ha quindi obbligato la clinica a togliere il divieto di ingresso per gli animali. E ha specificato: "Il sentimento per gli animali costituisce un valore e un interesse a copertura costituzionale e dunque va tutelato. La legge ha riconosciuto che l'uomo ha l'obbligo morale di rispettare tutte le creature viventi, e in considerazione dei particolari vincoli esistenti tra l'uomo e gli animali da compagnia, ha affermato l'importanza di tali animali a causa del contributo che essi forniscono alla qualità della vita e dunque il loro valore per la società".  Grazie signor giudice, la sua sentenza servirà a tanti altri anziani soli di ricevere l'affetto dei loro amici a quattro zampe. A volte basta una carezza di un cagnolino, o le fusa di un gatto per sentire che qualcuno ci ama ancora.

Dai blog