Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Cari gatti, tanti auguri

Festa nazionale del gatto

  • a
  • a
  • a

Cari Nino e Nina, grazie di avermi accolto nella vostra casa e sopportato. So che non è facile lasciarmi il vostro posto sul letto né è piacevole concedere un pezzo di divano davanti alla tv, quando siete esausti per aver scorrazzato e dormito tutto il giorno. Scusatemi se ogni tanto confondo i vostri gusti e a Nino finisce la scatoletta di cui va matta Nina e viceversa. Ma noi animali a due zampe siamo fatti così: siamo distratti, ci stressiamo e sempre meno riusciamo a goderci la vita. Voi filosofi in punta di vibrissa, imprevedibili acrobati di mini spazi, piccole streghette di un mondo alieno, ce la mettete tutta per insegnarci stile e stile di vita e noi non riusciamo proprio a imparare niente. Continuiamo a muoverci maldestramente tra casa lavoro famiglia e altri guai dimenticando la grazia e l'eleganza che dovremmo avere sempre. Oggi è la vostra festa e vi faccio un augurio (anche da parte di quel bimbaccio che gattona e che cerca in continuazione la vostra coda): di restare in eterno così, esseri superiori che riescono a starsene acciambellati anche quando il mondo sembra andare a rotoli (perché voi, al limite, ci giochereste).    Ps: per chi non lo sapesse, oggi, 17 febbraio, è la giornata nazionale del gatto dal 1990. Cito da wikipedia: “La scelta della data non è casuale, infatti il mese di febbraio è il mese del segno zodiacale dell'Acquario tipicamente considerato il segno degli spiriti liberi, mentre il giorno 17 è stato scelto appositamente per sfatare tutti i miti che hanno accompagnato la storia di questo felino”. Auguri.

Dai blog