Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Foxy Knoxy è già diventata una star

Amanda, libera, ha subito lasciato l'Italia per tornare a casa da vincitrice. Ma la vittima è solo Meredith

  • a
  • a
  • a

La Venere in pelliccia ha vinto. Amanda Knox ha preso il primo volo e via verso casa, negli States. Annichilita l'accusa, compostamente disperata la famiglia di Meredith Kercher, la vittima. Loro continueranno a combattere per lei e a credere comunque nella giustizia, solo per questo sono da ammirare. Mez è morta da quattro anni e finora c'è un solo colpevole, Rudy Guede, in carcere a Viterbo per concorso in omicidio, ma concorso con chi, se gli altri due imputati sono stati assolti? Lei, Amanda, è già oltre confine. Felice all'aeroporto di Fiumicino di dire bye bye Italy, arriverderci e grazie. Il pianto a dirotto in aula, gli abbracci, i sorrisi ai suoi: sta già pensando a un'altra vita Foxy Knoxy, al riparo dei boschi di Seattle. Il processo di Perugia è stato in realtà un processo ad Amanda. Dall'inizio la studentessa americana ha catalizzato l'attenzione di tutti. Amandacentrico, hanno detto i legali. Ed è vero. Le donne la odiano, i maschi la vogliono. Per l'ex fidanzatino Raffaele Sollecito Amanda <è bella, solare, vivace e dolce>. Bella e vivace di sicuro. La sera dell'omicidio lui le ha fatto vedere "Il meraviglioso mondo di Amelie Poulain", tra bacini e carezze, l'unica cosa dolce di quel giorno. Dopo la scoperta del cadavere dell'amica c'è stato il tempo per lo shopping di mutandine nel centro di Perugia, Amanda e Raf, coppia diabolica dai visi d'angelo. C'erano, non c'erano quella notte? Hanno partecipato o no all'agonia di Meredith? La perizia ha smontato le accuse e ribaltato il verdetto di primo grado. Una donna, un'altra protagonista di questa inchiesta-show, ha vinto ed esultato: Giulia Bongiorno, avvocato e deputato di Fli. Una che di solito non sbaglia una causa. Da Andreotti a Sollecito. Il ragazzo ha giocato anche la carta del braccialetto-dono alla Corte, Amanda invece ha studiato l'italiano e ha parlato a braccio della sua grande amica Meredith, anche di questa amicizia profonda nessuno ha mai saputo niente. C'era del sangue in casa, quello di Mez, ma lei è riuscita a farsi la doccia in tranquillità. Di fronte alla polizia si è messa anche ad accusare un innocente, il congolese Lumumba, forse pensando che in Italia un assassino di colore è più credibile di un bianco? Infatti per ora in carcere c'è solo l'ivoriano Guede, peraltro condannato a una pena di 16 anni. Fa riflettere. Può essere, e anzi per i giudici della Corte d'Assise d'appello di Perugia lo è , che la contestatissima Amanda dagli occhi di ghiaccio sia innocente e meriti la libertà. Meglio per lei. Ma almeno non la si trasformi in una vittima o in una star da esibire in tv. L'unica vittima è morta quattro anni fa a 22 anni.         

Dai blog