Cerca

La tradizione Tagliatore anche per lei

Tessuti pregiati ed eleganza senza tempo

30 Settembre 2015

0

La collezione Tagliatore Donna 0205 nasce nel 2007 dal desiderio del direttore creativo, Pino Lerario, di accettare nuove sfide e rispondere a una forte richiesta del mercato, che desiderava una declinazione dello stile Tagliatore al femminile. La tradizione, l'impostazione sartoriale italiana, la qualità dei tessuti che rimanda alla vera eleganza maschile e l'evocazione del passato che rivive sotto nuove fogge, sono i valori del brand, presenti anche nelle collezioni 0205. I tessuti, provenienti dalle migliori manifatture biellesi e inglesi, sono commissionati in esclusiva riproducendo i più ricercati disegni ed abbinamenti.

Cotone, lino e seta hanno volumi sinuosi dall’eleganza sobria ed equilibrata. I colori partono dai classici maschili come il blu e il nero e abbracciano tonalità più lievi, come i pastello rosa e celeste. Tornado per un attimo alla grande eredità del marchio, si tratta di una passione che va avanti da tre generazioni: nonno, padre e figlio si sono passati il testimone dal lontano 1940. Nata in una terra legatissima alla tradizione manifatturiera – Martina Franca – l’azienda è diventata un punto di riferimento nel panorama produttivo italiano. Pino Lerario è oggi il nuovo e brillante esponente di questa dinastia: prendendo spunto dalla passione di suo nonno e del padre, immagina ogni stagione capi di abbigliamento dal sapore unico e artigianale. Negli anni non è migliorata solo la qualità, ma anche lo stile, che di anno in anno si fa più esclusivo. Il brand nella sua accezione moderna è nato vent’anni fa e nel corso del tempo ha collezionato successi. Tra questi, la realizzazione degli abiti di scena del primo film di “Batman”, che ha fatto conoscere il nome di Tagliatore oltre i confini nazionali. L’intera filiera produttiva della griffe è italiana: una grande sfida nell’epoca della corsa alla manodopera a basso costo. I numeri parlano da sé, con 180 collaboratori che producono 340 capispalla al giorno, distribuiti a circa 800 clienti in Italia e all’estero.

Tanto lavoro, dunque, dietro uno stile così amato dagli intenditori. È lo stesso Pino a osservare il mondo e le persone per poi prendere spunto e immaginare le collezioni, così come è sempre lui a creare la giacca come fosse una tavolozza su cui imprimere la sua passione. Una storia familiare molto affascinante quella appena raccontata, fatta di tessuti della migliore qualità, con un controllo rigoroso per mantenere tutte le caratteristiche di reazione alle varie lavorazioni dei capi. Una case history di forte impatto emozionale, che esalta il made in Italy.

 

di M.E.C.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media