Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Strage Manchester, i due tweet che la avevano anticipata: "Tra poco vi ammazziamo". Disastro dei servizi segreti?

Andrea Tempestini
  • a
  • a
  • a

Due tweet, che parlano chiaro. Anzi, chiarissimo. Basta vedere l'ora in cui il bastardo li ha dati in pasto al web: 6.24 pm e 6.28 pm. Ovvero alle 18.30 del pomeriggio (ora britannica), quando in Italia erano le 19.30. Dunque quattro ore prima dell'attacco kamikaze alla Manchester Arena che ha sconvolto il Regno Unito. Due tweet con i quali l'attacco veniva preannunciato. Il primo, una bandiera dell'Isis e l'hashtag "#manchesterarena". Il secondo, a stretto giro di posta, in cui preannuncia: "Ne abbiamo ancora", "Vi siete dimenticati la nostra minaccia? Questo è semplicemente il terrore". A corredo, gli hashtag: #manchesterarean, #islamicastate. Due tweet inquietanti e spaventosi: l'attacco è stato annunciato? Possibile. Anzi, probabile. Certo, potrebbe trattarsi di una minaccia casuale che poi, per una orrida fatalità, si è concretizzata. Ma è difficile pensarlo. La polizia britannica, comunque, ha immediatamente chiuso l'account Twitter incriminato e sta indagando sulla vicenda che riguarda l'utente owys663, il cui nome era scritto, così come si vede nelle foto, in caratteri arabi.

Dai blog