Cerca

Tensione altissima

Sergio Ramelli, corteo della destra e botte a Milano: cariche della Polizia, tre feriti

29 Aprile 2019

1

Duri scontri e cariche della polizia al corteo della destra a Milano per ricordare Sergio Ramelli, il militante del Fronte della Gioventù ucciso a 19 anni nel 1975 da esponenti della sinistra extraparlamentare. Il corteo è partito, quasi di corsa, sfidando i divieti della questura. La polizia in tenuta antisommossa, ha caricato i manifestanti. Tensione altissima in viale Romagna, a pochi metri da Piazzale Susa. Sarebbero tre in tutto i feriti tra i manifestanti: oltre a uno portato via dall'ambulanza e colto da un malore dopo una caduta, altri due avrebbero riportato ferite alla testa. Uno di loro sanguinava sul volto.

Nel corteo che a Milano ha sfidato i divieti di prefettura e questura non c'erano solo militanti di estrema destra, tra gli altri, il presidente di Casapound Italia Gianluca Iannone, ma anche alcuni parlamentari ed esponenti politici di altri partiti. Sono stati visti al presidio, ad esempio, Carlo Fidanza (Fdi), Paola Frassinetti (Fdi) e Marco Osnato (Fdi). Presente anche Max Bastoni, il consigliere regionale e comunale della Lega a Milano. Prima che il corteo iniziasse a sfilare, Bastoni ha spiegato la sua posizione: "Oggi dovrebbe essere semplicemente una manifestazione per ricordare un ragazzo che è stato ammazzato". E sulla partenza o meno del corteo aveva detto: "Dovrebbero farlo comunque perché è sbagliato il principio: non si può non autorizzare una manifestazione quando ce ne sono altre in città che minacciano violenze e subbugli nei confronti di chi vuole manifestare in maniera pacifica".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • swiller

    30 Aprile 2019 - 09:09

    Come al solito i nostri bravi prefetti in concomitanza danno anche ai delinquenti di sinistra la possibilità di cercare lo scontro.

    Report

    Rispondi

Bagno di folla per Matteo Salvini al suo arrivo a Pontida

Salvini duro con la signora che ha rifiutato l'affitto alla ragazza foggiana: "Una cretina"
Matteo Salvini sicuro su Pontida: "Sarà la più partecipata di sempre. Vogliamo unire il Paese"
"I Conte tornano". Camera con Vista, i retroscena dalla settimana del bis

media