Cerca

OCULISTICA

Malati di retinite pigmentosa
un numero verde anche in Italia

21 Agosto 2014

0

Una malattia rara, ereditaria e degenerativa, che porta progressivamente alla cecità e che in Italia conta ben 15mila casi, con un’incidenza stimata di circa un caso ogni 4mila persone. Ed è proprio grazie a Assia Andrao, Presidente dell’Associazione Retina Italia Onlus, che è stato attivato un servizio telefonico - Il numero gratuito 800 879 697 è il nuovo numero verde, attivo ogni giorno, che fornisce informazioni a coloro che sono affetti da retinite pigmentosa - per una maggior vicinanza ai pazienti e alle loro famiglie. In quest’ottica, il numero verde agisce come primo contatto per i pazienti affinché possano essere informati su quanto l’innovazione scientifica e tecnologica offre loro oggigiorno per ritrovare maggiore indipendenza nonostante la cecità. “Presto ci saranno grandi cambiamenti nell’assetto organizzativo dell’associazione – ha confermato Assia Andrao - e un nuovo Congresso per i pazienti in occasione della Giornata Mondiale della Retina”. A disposizione di chi chiama una brochure illustrativa di Argus II, la protesi retinica che permette di restituire una certa funzionalità visiva ai pazienti resi ciechi dalla malattia. Ad oggi si contano ben 12 impianti effettuati; il professor Stanislao Rizzo, direttore del reparto di Chirurgia oftalmica dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Pisa, autore dei 12 impianti conferma: “l’esperienza del nostro Centro con la Protesi Retinica Argus II è consolidata; dopo 3 anni e 12 impianti in pazienti provenienti da tutta Italia, possiamo testimoniare la validità della protesi retinica, perfettamente biocompatibile e che non presenta alcun malfunzionamento”. Prima nel mondo, l’Italia ha utilizzato con successo il sistema Argus II dell’Azienda americana Second Sight Medical Products. In tutto il mondo ad oggi si contano più di 80 protesi impiantate. Attraverso il numero gratuito 800 879 697 è inoltre possibile un primo confronto per verificare la presenza dei criteri fondamentali per potersi sottoporre all’eventuale intervento per impiantare la protesi retinica. I criteri sono:
• Età pari o maggiore a 25 anni
• Degenerazione della retina esterna da grave a profonda
• Percezione residua della luce; se non è presente alcuna percezione residua della luce, la retina deve essere in grado di rispondere alla stimolazione elettrica
• Precedente anamnesi di acutezza visiva morfoscopica utile
Il numero verde è utile anche per ricevere i contatti di Retina Italia Onlus e di Second Sight Medical Products.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Luigi Di Maio, dopo l'addio l'abbraccio con Vito Crimi: "Buona fortuna"

Dimissioni Di Maio, Giuseppe Conte: "Luigi tirato per la giacchetta, rispetterò decisione ma mi dispiacerà"
Matteo Renzi spinge Conte verso la crisi: "Prescrizione, la sua proposta è anticostituzionale"
Matteo Salvini, blitz elettorale a Bologna. Citofona al tunisino: "Lei spaccia?", e il Pd lo insulta

media