Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Alimenti: pagelle al cibo, già 50mila utenti per l'app che usa Nutri-Score/Adnkronos (2)

default_image

  • a
  • a
  • a

(Adnkronos) - "Il metodo Yuka si basa per il 60% su Nutri-Score, per il 30% prende nota degli additivi e per il 10% considera la sua natura biologica. Prodotti tipici italiani come l'olio d'oliva sono comunque valutati come ‘eccellenti'. Per quanto riguarda i formaggi, ad esempio il parmigiano, il metodo Yuka lo penalizzerà meno rispetto a Nutri-Score", spiega all'Adnkronos un portavoce del gruppo che ha inventato l'applicazione.

Per i prodotti del bagno, il giudizio dipende dalla presenza o meno di interferenti endocrini, agenti cancerogeni, allergeni o irritanti. "Le valutazioni degli ingredienti di Yuka sono scientifiche e considerano gli studi delle agenzia europee, cone l'Efsa, o studi scientifici indipendenti", continua il portavoce.

A dispetto delle polemiche sorte in Europa per Nutri-Score, il patentino 'healthy' sembra piacere ai consumatori: lanciata a gennaio 2017, Yuka conta 20 milioni di utenti a livello globale. Si definisce "totalmente indipendente", così come è "assolutamente neutrale" la valutazione dei prodotti e la raccomandazione, in alternativa, di altri brand considerati più 'sani'. Dietro l'applicazione non ci sono multinazionali, ma un team di undici persone, tra nutrizionisti, startupper e sviluppatori. "La nostra ambizione - dicono - è migliorare la salute dei consumatori a livello globale".

Dai blog