Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Governo: si studiano precedenti, ritiro ministri, le crisi Craxi e Andreotti, le sostituzioni di Ciampi

default_image

  • a
  • a
  • a

Roma, 13 gen. (Adnkronos) - Precedente. E' una delle parole più citate in questi giorni per descrivere gli scenari che potrebbero aprirsi in caso di crisi di governo. Vicende che rimandano ad un passato non recente, a contesti storici completamente diversi, a protagonisti e a partiti che hanno segnato la storia d'Italia, a dinamiche, equilibri, sistemi che certo non automaticamente possono essere trasposti ai giorni nostri.

Bettino Craxi e Giulio Andreotti. Due tra i premier più longevi ma che hanno attraversato fibrillazioni della maggioranza come quella attuale e crisi di governo difficili e complesse che per certi aspetti ricordano quella che potrebbe aprirsi a breve.

Il 26 giugno del 1986 il governo guidato dal leader socialista va sotto alla Camera per opera dei franchi tiratori. Il giorno seguente, dopo aver riunito il Consiglio dei ministri, il premier si dimette. La crisi si protrarrà per 35 giorni con un incarico esplorativo al presidente del Senato, Amintore Fanfani, ed un incarico a Giulio Andreotti.

Dai blog