Cerca
Logo
Cerca
+

Lavoro: Wmf, una nuova normativa per new economy dei digital creators

default_image

  • a
  • a
  • a

Bologna, 11 giu. (Labitalia) - Individuare una proposta normativa che disciplini e tuteli i creatori di contenuti digitali, una nuova categoria professionale che rappresenta una fetta sempre più importante dell'economia digitale e divenuta in poco tempo un elemento fondamentale per l'informazione, la formazione e l'intrattenimento soprattutto delle nuove generazioni. Questo l'obiettivo del Wmf che, in occasione dell'audizione in Parlamento di ieri , ha portato le sue idee e proposte dinanzi la XI Commissione Lavoro e agli onorevoli deputati. L'incontro, tenutosi nella Camera dei Deputati in merito all'indagine conoscitiva sui “lavoratori che svolgono attività di creazione di contenuti digitali”, ha visto la partecipazione - oltre a Google e YouTube - del WMF che, nella persona del suo ideatore Cosmano Lombardo, ha depositato alla Commissione una memoria frutto del lavoro congiunto di diversi creators e operatori del settore. Il documento contiene un'approfondita analisi sul fenomeno dei creators e sulle tipologie di rapporti che intercorrono tra questi e le piattaforme digitali, oltre a una bozza di proposta normativa che disciplini e tuteli questa nuova categoria professionale.

Il Festival, che da sempre si pone come acceleratore di innovazione per il Paese e come strumento a disposizione della società, si fa portavoce di una proposta che verrà ulteriormente approfondita e strutturata in un tavolo di lavoro in occasione del Wmf 2021 - che si terrà dal 15 al 17 luglio al Palacongressi di Rimini - alla presenza di creators, operatori del mondo digital (esperti, imprese, legali). Tale proposta normativa verrà poi sottoposta all'attenzione della Commissione Lavoro della Camera dei Deputati.

Risulta necessario, infatti, qualificare giuridicamente il profilo professionale dei creators proponendo interventi per assicurare loro forme di tutela, diritti e doveri. Il lavoro congiunto tra i diversi attori può infatti costituire una condizione essenziale per la rapida definizione di provvedimenti efficaci, promuovendo un interscambio virtuoso che riesca a rispondere in modo puntuale alle nuove esigenze createsi dal mercato digitale. Oltre 21.000 presenze registrate nel 2019, 24.000 presenze online nel 2020, più di 500 espositori e partner e oltre 600 speaker da tutto il mondo: il Wmf è il più grande Festival sull'Innovazione Digitale e Sociale. Ideato e prodotto da Search On Media Group, il Wmf 2021 si terrà il 15, 16 e 17 luglio 2021 in presenza al Palacongressi di Rimini e online sulla piattaforma interattiva ibrida.io.

Dai blog