Cerca
Logo
Cerca
+

Olimpiadi: apre Casa Italia a Tokyo, vetrina made in Italy, nel rispetto norme anti-Covid

default_image

  • a
  • a
  • a

Tokyo, 22 lug. (Adnkronos) - Ha aperto anche a Tokyo 'Casa Italia', il punto di riferimento olimpico del Comitato italiano. Nonostante la pandemia, l'hospitality tricolore, punto di riferimento da Los Angeles 1984 ad oggi, alza il sipario pronta ad accompagnare l'avventura a cinque cerchi degli azzurri impegnati ai Giochi Olimpici giapponesi. Ad inaugurare la struttura allestita presso la "The Kihinkan - Takanawa Manor House", un edificio caratterizzato da un'architettura stile liberty di inizio del secolo scorso situato nel quartiere di Minato, a circa 10 chilometri dal Villaggio Olimpico e dal Main Press Centre, è stato il presidente del Coni, Giovanni Malagò.

Presenti il membro Cio Ivo Ferriani, Presidente dell'Ibsf e dell'Associazione delle Federazioni degli Sport Olimpici Invernali, Ivo Ferriani, i membri Cio onorari Franco Carraro e Mario Pescante, il Presidente dell'Associazione delle Federazioni degli Sport Olimpici Estivi Francesco Ricci Bitti e il Presidente della Federazione Internazionale Baseball e Softball, Riccardo Fraccari. "Credo che in considerazione delle restrizioni che stiamo vivendo avere Casa Italia sia un vero valore aggiunto. Non potranno esserci le situazioni che conoscete ma si è fatto il massimo possibile", ha detto Malagò.

L'edizione giapponese di Casa Italia, realizzata come sempre sotto la regia del direttore Marketing e Sviluppo Diego Nepi Molineris, è dedicata alle Mirabilia italiane. Il termine è una citazione delle famose stanze delle meraviglie dove, tra il 1500 e il 1700, i collezionisti riunivano pezzi d'arte (artificialia) ed oggetti naturali (naturalia) conservandoli insieme e mostrandoli senza porre tra loro differenza o gerarchia. Tutti gli oggetti erano chiamati 'mirabilia', in altre parole cose meravigliose. Una Casa Italia vetrina del made in Italy, nel rispetto delle norme anti-Covid che renderanno meno possibili i contatti con gli atleti, tanto che i medagliati potranno andare a Casa Italia soltanto al termine della loro partecipazione ai Giochi.

Dai blog