Cerca
Logo
Cerca
+

Ict: Infratel a Jazz'Inn, WiFi gratuito per lo sviluppo dei territori

default_image

  • a
  • a
  • a

Benevento, 27 lug. (Labitalia) - Connessione veloce e gratuita per ridurre il divario digitale tra le diverse aree del Paese e favorire le periferie. Sarà questo il fulcro dell'intervento di Infratel Italia all'interno della quinta edizione di Jazz'Inn, nella giornata di oggi 27 luglio alle ore 17, l'evento che dal 2017 vuole creare un contesto di contaminazione tra jazz e innovazione, sperimentando un modello di networking lento, tra innovatori e mercato, pubblico e privato, ribattezzato: “Slow dating for innovation”. Dal 26 al 31 luglio il piccolo borgo di Pietrelcina (Bn) si trasformerà così, grazie al lavoro della Fondazione Ampioraggio, in un tavolo di lavoro dove l'innovazione italiana e internazionale si troverà a discutere al fine di raccogliere idee, proposte, soluzioni, collaborazioni e partnership, per i progetti e gli investimenti che si intendono realizzare.

“Iniziative come questa mirano a sensibilizzare i Comuni, a partire dai piccoli borghi, delle opportunità per cittadini e turisti, offerte dal progetto, dando alle amministrazioni gli strumenti per fornire nuovi servizi digitali avanzati. Insieme alle connessioni, dobbiamo portare nuove opportunità di sviluppo nei territori. Questo è l'impegno di Infratel Italia per il 2021 -afferma la presidente di Infratel Italia Eleonora Fratesi-. Stiamo dando l'opportunità ad un numero sempre maggiore di cittadini di connettersi, gratuitamente e in modo semplice, ad una rete wifi libera e diffusa su tutto il territorio nazionale”.

“Piazza Wifi Italia” è il progetto del ministero dello Sviluppo Economico - realizzato da Infratel Italia - che ha come obiettivo permettere a tutti i cittadini di connettersi, gratuitamente e in modo semplice, a una rete wifi libera e diffusa su tutto il territorio nazionale, tramite l'App dedicata: WiFi Italia, disponibile per dispositivi Android e iOS. Il progetto, partito nel 2019, ha avuto una notevole accelerazione nel corso del 2020, intercettando le esigenze delle comunità locali, con particolare attenzione, alla copertura dei piccoli Comuni e delle aree interne del territorio. Attualmente sono 3459 i comuni che hanno aderito al progetto, oltre a questi sono collegati alla rete 141 ospedali pubblici, mentre gli utenti dell'App hanno superato quota 433 mila.

“L'Open Innovation fatica a decollare in Italia, Jazz'Inn è solo il primo passo. Quanto abbiamo fatto in cinque anni nel piccolo paese di Pietrelcina, credo sia un esempio di smart village che può essere emulato perché ha permesso di concretizzare parole come “resilienza” e “sostenibilità” in progetti che hanno generato milioni di euro di ricadute e portato questo piccolo borgo a essere riconosciuto uno dei 12 borghi del futuro della sperimentazione Agid -afferma Giuseppe De Nicola, Co-fondatore di Fondazione Ampioraggio-. Credo ci sia bisogno di trovare un senso di comunità e di squadra per andare oltre gli interessi personali, creare ricchezza unendo le forze e costruire così qualcosa di innovativo insieme. Solo facendo sistema anche le aree interne saranno in grado di contrastare lo spopolamento e l'invecchiamento dei borghi italiani e creare nuova ricchezza, non solo al Sud ma per il sistema Paese”.

Oggi 27 luglio sono previsti tavoli di slow dating for innovation con due sessioni di 90 minuti ciascuna, e il pomeriggio, oltre alla restituzione di quanto emerso dai tavoli di lavoro tematici, Eleonora Giacomelli -responsabile dell'unità organizzativa Piazza WiFi Italia e Piano Scuole, aiuterà a comprendere quali servizi fornire ai comuni e alle comunità montane. Il 28 luglio vedrà la presenza di una tappa del W20 Italia con Linda Laura Sabbadini - direttrice Centrale dell'Istat e Chair W20; il 29 luglio sarà il giorno del net-walking tour nei comuni della 'Smart&Slow Italy' e del lancio di Accelerate Italy: un programma di accelerazione, con l'obiettivo di selezionare startup e accelerarle senza farle abbandonare l'Italia; il 30 luglio protagonista Invitalia - partner di Jazz'Inn da 4 anni - che sarà rappresentata da Vincenzo Durante - responsabile dell'Area “Occupazione” e da Gian Marco Verachi, con un progetto importante: una tavola rotonda che unisce circa 20 partner di 8 regioni per un ragionamento collettivo sullo sviluppo sostenibile delle aree interne.

Il 31 luglio, alla giornata conclusiva dedicata ai borghi dei futuro parteciperà Alessandra Todde, vicemMinistro allo Sviluppo Economico con delega alle smart city. Sarà possibile seguire le dirette dei lavori sia in presenza a Pietrelcina iscrivendosi a questo link, sia seguendo la pagina Facebook della Fondazione Ampioraggio.

Dai blog