Cerca
Logo
Cerca
+

Scuola: Osservatorio Swg, 'il 46% italiani per dad a rientro, 39% presenza'

default_image

  • a
  • a
  • a

Roma, 18 gen. (Adnkronos) - La pandemia continua ad impattare pesantemente sulla scuola e le decisioni sulle misure da prendere oscillano tra l'esigenza di contenere i contagi e garantire la qualità dell'insegnamento e il benessere psicofisico dei ragazzi. La decisione del Governo di mantenere la didattica in presenza in tutte le scuole al rientro delle vacanze risulta condivisa da una minoranza dell'opinione pubblica, il 39%. Di parere contrario il 46% degli italiani che avrebbero preferito la didattica a distanza per le scuole superiori e molti di questi anche per le scuole degli altri gradi. Lo sottolinea l'Osservatorio Radar Swg.

I genitori con figli alle materne, elementari e medie sono sostanzialmente in linea con le opinioni generali, nonostante il fatto che buona parte di loro ritenga che la Dad comporti delle difficoltà. In particolare, per 1 genitore su 4, il disagio dovuto alla chiusura delle scuole in presenza sarebbe notevole, non tanto per problematiche legate alla disponibilità di strumenti tecnologici, ma soprattutto a causa dello scarso rendimento scolastico dei ragazzi quando seguono le lezioni da casa.

Un'ulteriore criticità della scuola in questo periodo è la carenza di personale, dovuta sia ai contagi che alle defezioni conseguenti al requisito del Green pass rafforzato. Nonostante queste difficoltà, una larga maggioranza degli italiani considera tale requisito opportuno. In generale, i genitori tendenzialmente promuovono la performance delle scuole nella gestione degli aspetti legati alla pandemia, anche se il giudizio su materne, elementari e medie si mostra sensibilmente più basso rispetto a quello riferito alle scuole superiori.

Dai blog