Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Giuseppe Conte, l'affondo di Paolo Becchi: "Un esercito di esperti al posto del Parlamento, ma è possibile?"

  • a
  • a
  • a

Giuseppe Conte maestro di poltrone. Il premier, per redigere il piano da presentare alla Commissione europea per ottenere gli aiuti anti-coronavirus, propone una sfilza di personalità. Una vera e propria vergogna sulla quale con un cinguettio al vetriolo si è scagliato anche Paolo Becchi: "Dopo le task force legate alla pandemia ora un esercito di trecento esperti guidati da sei manager scelti da Conte per fare quello che dovrebbe fare il parlamento: controllare il Recovery Fund. Vi pare possibile?".

 

 

La critica è arrivata anche dall'opposizione. D'altronde non è una novità che le task-force nominate dal presidente del Consiglio in piena pandemia abbiano solo peggiorato la situazione rallentando i lavori. Pensare che Ursula von der Leyen, proprio qualche giorno fa, ha chiesto a Conte di accelerare i lavori.

 

Dai blog