Cerca

comunicati

Artprice: tutti i segmenti del mercato dell'arte sono delle miniere d'oro per chi sa anticipare e aspettare

17 Aprile 2019

0

- Se per esempio diamo uno sguardo al primo trimestre del 2019, notiamo che un gran numero di lotti d'asta artistici hanno dimostrato la straordinaria redditività dell'Arte come fonte di investimento negli ultimi trent'anni.   Tra questi il più spettacolare è stato probabilmente l'Henry Geldzahler and Christopher Scott (1969) di David Hockney che il 6 marzo 2019 ha riportato il miglior risultato del trimestre con oltre 49 milioni di dollari da Christie's a Londra. Nel novembre 1992 la stessa tela 2x3 m era stata venduta a 1 milione di dollari».

 

Paul Signac (1863-1935)

Le Port au soleil couchant, Opus 236 (Saint-Tropez) (1892)

L'evoluzione del prezzo di Le Port au soleil couchant di Paul Signac dimostra che i migliori profitti finanziari non sono esclusivi degli artisti post-bellici e contemporanei. 

Le tre partecipazioni d'asta del celebre paesaggio marino dimostrano, da circa quarant'anni, un favore costante ed estremamente dinamico per un artista storico il cui contributo alla storia dell'arte occidentale è stato a lungo riconosciuto:

– 12 maggio 1980: 490.000 $ (Sotheby's New York)

– 11 maggio 1993: 1,8 milioni $ (Sotheby's New York)

– 27 febbraio 2019: 26 milioni $ (Christie's Londra)

Basquiat ancora in testa

Nonostante gli aspetti positivi delle opere di Jean-Michel Basquiat siano stati un po' meno pubblicizzati nella prima parte del 2019, il prodigio americano ha ottenuto tre dei dieci migliori profitti del primo trimestre. Il 5 marzo 2019 da Sotheby's a Londra la sua tela del 1986 Apex (dipinta due anni prima della morte per overdose) ha raggiunto i 10,8 milioni di dollari, moltiplicando così il suo valore di ben 370 volte dalla sua ultima asta del giugno 1988, quando fu venduta per appena 29.400 dollari.

Un disegno a pastello intitolato Soothsayer (1983) dimostra che il successo di Basquiat si estende a tutta la sua produzione. Acquistato per 32.900 dollari nel giugno 2002, questa piccola opera è stata venduta il 5 marzo 2019 a 997.600 dollari, che rappresenta un profitto medio annuo dell'investimento di +22% negli ultimi 17 anni.

Analogamente, il suo collage di carta Untitled (1987) – venduto durante la stessa sessione d'asta da Sotheby's a Londra – conferma un andamento molto chiaro:

– il 25 marzo 1993 ha ottenuto 26.700 $ (Christie's Londra)

– il 5 marzo 2019 ha ottenuto 1.321.000 $ (Sotheby's Londra)

Abbiamo assistito a questo tipo di metamorfosi del prezzo anche in molti altri artisti.  Oggi l'artista minimalista francese Daniel Buren (classe 1938) sta godendo di una straordinaria ascesa del prezzo che sta ricompensando tutti i collezionisti che hanno anticipato il suo potere artistico 25 anni fa. 

La sua tela Peinture acrylique blanche sur tissu rayé blanc et rouge, acquistata a 3.500 dollari nel 1997 da Libert-Castor a Parigi, ha ottenuto 357.500 dollari da Phillips a Londra l'8 marzo 2019.

Anche in Asia

All'indomani dell'Art Basel Hong Kong, le recenti aste di lusso di Hong Kong hanno registrato una serie di significative rivalutazioni che giovano ai collezionisti asiatici. In Cina il più grande rialzo nel primo trimestre 2019 si è avuto con un quadro di Fengmian Lin (1900-1991) dal titolo Wisteria. Ventisette anni fa fu venduto per 15.000 dollari da Sotheby's a New York. Ma dal 2 aprile 2019 ormai vale oltre 1,3 milioni di dollari. 

Il ritorno a Hong Kong delle grandi opere di artisti moderni cinesi, a lungo negoziate nei marketplace occidentali, può avere un impatto considerevole sul loro valore. Ma lo sviluppo del mercato di Hong Kong negli ultimi trent'anni favorisce anche gli artisti che non hanno mai lasciato l'Asia. 

Consideriamo per esempio l'ultimo risultato di un disegno a inchiostro dell'artista Yu Feian (1888-1959) intitolato Parrot (1945). Acquistato a Honk Kong nel 1990 per 11.400 dollari, lo stesso disegno è stato rivenduto per una cifra 70 volte superiore (787.000 dollari) il 2 aprile 2019 nella stessa città (Sotheby's).

Le donne in voga

Com'era prevedibile, anche l'artista giapponese Yayoi Kusama si è collocata tra gli incrementi di prezzo più incredibili del primo trimestre. Oggi artista femminile di spicco nel mercato globale dell'arte, con un fatturato d'asta che ha superato i 100 milioni di dollari nel 2018 (davanti a Louise Bourgeois e a Joan Mitchell), Kusama non ha sempre avuto questo stesso successo. 

Nel 2000 il prezzo record d'asta per uno dei suoi dipinti è stato di appena 80.000 dollari, mentre il 1° aprile il suo Interminable Net # 4 (1959) ha sfiorato gli 8 milioni di dollari da Sotheby's a Hong Kong. In termini di rivalutazione, la sua scultura Midsummer (1983), acquistata nel 2000 per appena 7.200 dollari da Sotheby's a Londra, è stata rivenduta a 428.000 dollari nella stessa casa d'aste a 19 anni di distanza.

Il primo premio per l'aumento dei prezzi più inaspettato del primo trimestre 2019 va sicuramente all'artista fiamminga del '600 Michaelina Wautier. Per lungo tempo dimenticata dagli storici dell'arte, Wautier è stata "riscoperta" nel 2018 grazie a una prima retrospettiva a lei dedicata organizzata al Museum aan de Stroom e alla Rubens House di Anversa.

La rinnovata attenzione ha avuto un impatto profondo sui prezzi delle sue opere e il 30 gennaio 2019 la sua tela A garland of flowers (1652) ha toccato i 471.000 dollari da Sotheby's a New York. Nel 1993 lo strano mazzo di fiori con una libellula volante era stato venduto per appena 20.000 dollari.

Come dimostrano i risultati d'asta complessivi del primo trimestre, le migliori performance finanziarie provengono da tutti quanti i segmenti del mercato dell'arte e non solo da quello del lusso, quello dell'arte contemporanea o quello americano...

Copyright ©2019 thierry Ehrmann – www.artprice.com

 

Prova i nostri servizi (demo gratuita):

https://www.artprice.com/artist/23640/baishi-qi

Abbonati ai nostri servizi:

https://www.artprice.com/subscription

 

Info su Artprice:

Artprice è quotata su Eurolist di Euronext Parigi, SRD long only e Euroclear: 7478 – Bloomberg: PRC – Reuters: ARTF.

Fondata da thierry Ehrmann (cfr. la biografia autenticata di "Who's who" (c): https://imgpublic.artprice.com/img/wp/sites/11/2019/03/2019-bio-whoswho-thierry-ehrmann.pdf

Scopri Artprice in video: https://www.artprice.com/video

Artprice è il leader mondiale delle banche dati sulle quotazioni e gli indici dell'arte con oltre 30 milioni di indici e risultati d'asta di più di 700.000 artisti. Artprice Images® offre un accesso illimitato alla più grande risorsa del mercato dell'arte del mondo: un archivio di 126 milioni di immagini e stampe di opere d'arte dall'anno 1700 fino a oggi, commentate dagli storici dell'arte di Artprice.

Artprice arricchisce costantemente le sue banche dati con informazioni provenienti da 6.300 case d'aste e pubblica regolarmente le tendenze del mercato dell'arte per le più importanti agenzie di informazione del mondo e circa 7.200 articoli per la stampa internazionale.

Artprice fornisce ai suoi 4.500.000 membri l'accesso al marketplace standardizzato leader nel mondo per la compravendita di opere d'arte. Artprice sta preparando il suo blockchain per il mercato dell'arte. Il rapporto annuale 2018 sul mercato dell'arte mondiale di Artprice, certificato BPI (marchio scientifico nazionale francese), è stato pubblicato lo scorso marzo 2019: https://www.artprice.com/artprice-reports/the-art-market-in-2018

Artprice è associata con Artron Group, leader cinese nel mercato dell'arte, valido partner istituzionale.

Info su Artron Group

Artron Art Group (Artron), gruppo culturale e industriale fondato nel 1993 da Wan Jie, è impegnato nell'ereditare, promuovere e diffondere il valore dell'arte. Fondato su numerose informazioni d'arte, Artron fornisce al settore artistico e agli appassionati di arte un servizio e un'esperienza professionali di prodotti di qualità grazie all'applicazione integrata dell'informatica, la scienza digitale avanzata e materiali e lavori innovativi.

Con la pubblicazione di oltre 60.000 libri e cataloghi d'aste, Artron è il leader mondiale nella stampa di libri d'arte con un volume di stampa complessivo di 300 milioni all'anno. Ha oltre 3 milioni di membri esperti nel settore artistico e una media di 15 milioni di visite giornaliere, rendendolo il sito web sull'arte più grande del mondo.

Sito web di Artron: www.Artron.net

Rapporto annuale 2018 sul mercato dell'arte contemporanea di Artprice – accesso gratuito su: https://www.artprice.com/artprice-reports/the-contemporary-art-market-report-2018

Comunicati stampa di Artprice:

http://serveur.serveur.com/Press_Release/pressreleaseen.htm

https://twitter.com/artpricedotcom

Attualità sul mercato dell'arte:

https://twitter.com/artpricedotcom e https://twitter.com/artmarketdotcom

https://www.facebook.com/artpricedotcom 4 milioni di abbonati

http://artmarketinsight.wordpress.com/

Scopri l'alchimia e l'universo di Artprice http://web.artprice.com/video, la cui sede è il famoso Museo di arte contemporanea LaDemeure du Chaos: https://issuu.com/demeureduchaos/docs/demeureduchaos-abodeofchaos-opus-ix-1999-2013

https://vimeo.com/124643720

Il Museo di arte contemporanea La Demeure du Chaos

https://www.facebook.com/la.demeure.du.chaos.theabodeofchaos999  3,6 milioni di abbonati

 

Contatti: thierry Ehrmann, [email protected]   

Photo:- https://mma.prnewswire.com/media/871708/Paul_Signac.jpg    

Logo:- https://mma.prnewswire.com/media/817151/Artprice_Logo.jpg

 

 

 

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media