Cerca

Cronaca

Roma: Casapound, d'accordo con Pd, Campidoglio non acquisisca immobile

27 Dicembre 2012

0

Roma, 27 dic. - (Adnkronos) - "Per una volta siamo d'accordo con il Pd, e, anche se non per i deliranti motivi indicati dal capogruppo in Campidoglio Marroni, auspichiamo che l'Aula Giulio Cesare non approvi la delibera relativa alla permuta con il Demanio per l'acquisizione al patrimonio di Roma Capitale del palazzo di via Napoleone III, sede di CasaPound e abitazione di 25 famiglie in grave emergenza abitativa". Lo afferma in una nota il leader di CasaPound Italia Gianluca Iannone.

"CasaPound non ha bisogno di 'favori', ammesso che di favori si tratti, dal sindaco contro il quale sara' in campo alle comunali - prosegue - Via Napoleone III e' un'occupazione a scopo abitativo che rientra tra le occupazioni storiche di Roma riconosciute dal Comune e dall'allora sindaco Walter Veltroni con la delibera 206/2007. E' una spazio conquistato nove anni fa da un nucleo di famiglie che lo ha sottratto all'abbandono, lo ha riqualificato, e lo ha trasformato in un luogo di cultura e di aggregazione, e, a quelle famiglie e alla citta', nessuno potra' mai toglierlo, a prescindere dalla titolarita' dell'immobile".

"Quanto al Pd - conclude Iannone - vogliamo ricordare a Marroni, che, su un totale di 1.426 alloggi gestiti dal Campidoglio fuori bando, 17 sono assegnati agli inquilini di CasaPound e 1.409 a 33 occupazioni di sinistra, le stesse alle quali Veltroni assegno' addirittura la gestione dello sportello comunale per l'emergenza abitativa e che il partito di Marroni e Zingaretti coccola e protegge a scopo elettorale".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media