Cerca

cronaca

Fuksas: "Francia può sorprendere, ricostruzione in pochi anni"

Su Notre Dame due ipotesi sul tappeto, spiega l'archistar

16 Aprile 2019

0
Fuksas: "Francia può sorprendere, ricostruzione in pochi anni"
Su Notre Dame due ipotesi sul tappeto, spiega l'archistar

Roma, 16 apr. (Adnkronos/Labitalia) (di Fabio Paluccio) - di Fabio Paluccio

"La Francia è un Paese in grado di sorprendere, prevedo una ricostruzione della struttura, del nocciolo centrale distrutto dall'incendio in pochi anni, mentre per le finiture, per i dettagli ci vorranno più anni". Così l'archistar Massimiliano Fuksas, con Adnkronos/Labitalia, interviene sulla ricostruzione di Notre Damedopo l'incendio di ieri.

Per Fuksas sulle modalità di ricostruzione ci sono due ipotesi sul tappeto: "In Francia - spiega - c'è una spinta all'innovazione e questo potrebbe portare a una ricostruzione della parte distrutta dall'incendio con un'ipotesi di architettura contemporanea. Ma allo stesso tempo c'è anche una visione conservatrice che potrebbe puntare a ricostruire quanto distrutto allo stesso modo di come si presentava dopo la ristrutturazione dell'Ottocento".

Quel che è certo, spiega Fuksas, "è che la Francia è un Paese dai grandi scatti d'orgoglio, e quindi mi aspetto una ricostruzione in pochi anni. Ad esempio - sottolinea - la costruzione dell'Archivio nazionale di Francia, che abbiamo realizzato per la presidenza della Repubblica e per il Ministero della Cultura, e che si estende per 100mila metri quadrati, ci ha impegnati solo per tre anni".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Migranti, il premier Conte in Senato: "Accordo di Malta non risolutivo"

Tafida, la grande sfida del Gaslini: ricoverata a Genova la bimba affetta da lesione cerebrale
L'aria che tira, Luigi Di Maio travolto da Carlo Calenda: "Show ridicolo, dimissioni immediate"
Eutanasia, i radicali "cercano malati terminali" per lo spot. La rabbia di Pro Vita & Famiglia

media