Cerca

sicilia

Terrorismo: arresti Digos Palermo, indagato 'tradito' da selfie

17 Aprile 2019

0

Palermo, 17 apr. (AdnKronos) - E' stato tradito da un selfie, pubblicato sui social, tenendo in mano un coltello lungo 26 cm, come scriveva lui stesso, uno dei due arrestati dalla Digos di Palermo nell'ambito dell'inchiesta sul terrorismo islamico. L'uomo, Giuseppe Frittitta, palermitano di 26 anni, si era fatto crescere la barba e inneggiava alla vendetta dei combattenti Isis morti in battaglia. E' accusato di istigazione e apologia a commettere reati di Terrorismo.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

Silvio Berlusconi festeggia il centrodestra: "Viva questo vecchietto che ce la mette ancora tutta”

Matteo Salvini sulla manifestazione a Roma: "CasaPound? Piazza aperta a tutti, ma..."
Migranti, il premier Conte in Senato: "Accordo di Malta non risolutivo"
Tafida, la grande sfida del Gaslini: ricoverata a Genova la bimba affetta da lesione cerebrale

media