Cerca

sicilia

Terrorismo: la madre del palermitano 'Yusuf' preoccupata 'Mi sento lacerare il cuore'

17 Aprile 2019

0

Palermo, 17 apr. (AdnKronos) - La madre di Giuseppe Frittitta, il palermitano chiamato 'Yusuf' arrestato all'alba di oggi per terrorismo islamico da mesi era molto preoccupata per il figlio convertito. Confidandosi con un'amica al telefono, senza sapere di essere intercettata, la donna diceva: "Perché io ho mio figlio che lo devo tenere buono (ndr. calmo) perché mio figlio mi può pure scappare da casa, dove se ne va? Con chi si accompagnerebbe? Perciò io me lo deve tenere buono perché io non posso dire certe cose perché per lui è sbagliato, quando io sento dire che il signore Gesù è un profeta io mi sento lacerare il cuore". "Mah...", le dice l'amica. "Perciò io gli ho detto che di religione in questa casa non se ne deve parlare più, perché appena si parla di religione alziamo i mobili...liti…scappare da casa...". "Addirittura!". "Sono stata un mese a casa da mia suocera. Lo so io quello che ho passato!". "Non è il caso che parlate di religione". Per gli inquirenti questa conversazione "confermava inequivocabilmente il percorso di adesione all’ideologia jihadista intrapreso" da Frittitta.

Una condivisione che è "andata sempre più radicalizzandosi, in primis, attraverso lo studio ed approfondimento del tema del “Martirio”, perpetrato tramite l’assidua frequentazione, di soggetti altrettanto radicalizzati, ed infine tramite lo svolgimento di un’effettiva attività di addestramento ed auto-addestramento, funzionale alla preparazione per l’agognato viaggio verso i territori dello Stato Islamico".

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media