Cerca

veneto

Padova: festini a base di cocaina, obbligo di dimora a Milano per un avvocato

17 Aprile 2019

0

Padova, 17 apr. (AdnKronos) - La Squadra Mobile di Padova, coordinata da Benedetti Roberti della locale Procura della Repubblica, ha eseguito, a carico di un avvocato residente a Milano ma domiciliato a Padova, la misura cautelare dell’obbligo di dimora nei comuni della provincia milanese con prescrizione di non allontanarsi dalla propria abitazione dalle 21.30 alle 6.30 del mattino. L'avvocato è stato rispedito in treno nel milanese

Il provvedimento cautelare è scaturito da un attività d’indagine durata circa due anni, nel corso della quale gli inquirenti hanno raccolto elementi che hanno dimostrato come il libero professionista era solito affittare camere di albergo a Padova e provincia per ricevere abitualmente “ospiti” con i quali consumava cocaina, che lui stesso acquistava da spacciatori di origine tunisina.

I servizi di polizia hanno documentato gli acquisti spasmodici di sostanza stupefacente da parte dell’indagato, ritenuti non compatibili con un uso esclusivamente personale e tali invece da far ritenere che fossero finalizzati anche alle cessioni della droga durante gli incontri nelle stanze di albergo. La pericolosità del soggetto, documentata da precedenti di polizia per possesso di stupefacente e reati contro il patrimonio e la persona, oltre al ritenuto pericolo di reiterazione del reato, hanno indotto il pubblico ministero Roberti a richiedere ed ottenere dal G.I.P. l’emissione del provvedimento cautelare già eseguito.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media