Cerca

sicilia

Mafia: depistaggi Borsellino, giallo su bobine scomparse con intercettazioni di Scarantino (3)

14 Giugno 2019

0

(AdnKronos) - Il tutto ruota attorno alla ritrattazione di Scarantino, un vero e proprio valzer. Prima il falso pentito ha raccontato ai magistrati di conoscere i retroscena della strage di via D'Amelio, poi ha cambiato idea dicendo di non avere mai saputo nulla, salvo poi cambiare idea. E se in un primo momento Scarantino aveva detto che i 'suggeritori' sarebbero stati i tre poliziotti e i magistrati che conducevano le indagini, successivamente ha cambiato idea anche su questo. Come è accaduto anche nell'ultima udienza, a fine maggio, davanti al Tribunale di Caltanissetta, nel corso del controesame: "Il dottor Di Matteo non mi ha mai suggerito niente, il dottor Carmelo Petralia neppure. Mi hanno convinto i poliziotti a parlare della strage. Io ho sbagliato una cosa sola: ho fatto vincere i poliziotti, di fare peccare la mia lingua e non ho messo la museruola...", aveva detto Scarantino nascosto da un paravento bianco.

Condividi le tue opinioni su Libero Quotidiano

Caratteri rimanenti: 400

media